Lunedì, 12 Aprile 2021
Covid-19

La Sardegna è la prima regione in zona bianca: cosa succede ora

È quanto è stato deciso dal ministero della Salute, come si legge nell’ordinanza firmata da Roberto Speranza. Quest'area era stata introdotta nel sistema delle fasce colorate in uno degli ultimi decreti del governo guidato da Giuseppe Conte

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza sulle nuove fasce di rischio coronavirus, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia: le misure saranno in vigore dal 1° marzo. Passano in area arancione le regioni Lombardia, Marche e Piemonte e in area rossa le regioni Basilicata e Molise. La Sardegna passa in area bianca. I nuovi passaggi di colore, come annunciato dal governo nei giorni scorsi, entreranno in vigore non più la domenica ma il lunedì. Cambia dunque la mappa dei colori delle regioni italiane, dopo l'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute. L'Italia è così suddivisa:

  • Zona gialla: Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto, Liguria;
  • Zona arancione: Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, provincia autonoma di Bolzano, provincia autonoma di Trento, Umbria;
  • Zona rossa: Molise, Basilicata;
  • Zona bianca: Sardegna.

La Sardegna in zona bianca: cosa significa e cosa succede ora

La Sardegna è la prima regione italiana a passare in zona bianca covid da lunedì 1 marzo. Cosa significa e cosa succede ora? I numeri fatti registrare per la terza settimana consecutiva hanno permesso di raggiungere l'obiettivo sull'Isola, che presenta un Rt - cioè un indice di trasmissione del contagio - a quota 0.68, il più basso in Italia e "solo" 29,47 casi per 100.000 abitanti, cifre bassissime rispetto a quelle fatte registrare nel resto d'Italia, dove la media nazionale è di 145 casi ogni 100.000 abitanti. Bene anche la pressione sugli ospedali, con i dati dei ricoveri in calo.

La zona bianca era stata introdotta nel sistema delle fasce colorate in uno degli ultimi decreti del governo guidato da Giuseppe Conte, quello di metà gennaio: oltre alla zona gialla, arancione e rossa è stata prevista una zona bianca, in cui, grazie a una situazione epidemiologica contraddistinta da una più bassa circolazione del virus possono ripartire quasi tutte le attività, e cioè palestre e piscine, ma anche teatri, cinema, sale da concerto, scuole.

In zona bianca bar e ristoranti potranno rimanere aperti ai clienti anche la sera. Verrà introdotta anche la libertà degli spostamenti, ma vanno comunque sempre osservate rigidamente le norme sull'obbligo di mascherina e di distanziamento nei luoghi pubblici sia al chiuso che all'aperto. È in corso il tavolo di confronto tra ministero della Salute, Iss e regione Sardegna per definire le modalità attuative del passaggio.
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Sardegna è la prima regione in zona bianca: cosa succede ora

Today è in caricamento