Saviano durissimo: "Salvini e Meloni ci fate schifo, la scorta a Liliana Segre è colpa vostra"

"Siamo diventati un Paese pericoloso". Lo scrittore attacca i leader di Lega e Fratelli d'Italia. Roberto Calderoli: "Chiamate un medico"

Roberto Saviano. Foto Ansa

Sul tema della scorta a Liliana Segre è duro, durissimo, il commento dello scrittore Roberto Saviano: "Pensare che un’intellettuale, una donna coraggiosa come Liliana Segre finisca sotto scorta è la prova che siamo diventati un Paese pericoloso", dice in un video su Fanpage.it.

Saviano: "L'odio verso Segre è responsabilità di Salvini e Meloni"

"Liliana Segre è odiata perché, in quanto vittima dell’Olocausto, ha deciso di prendere posizione, di intervenire nel dibattito pubblico - dice Saviano -. E' odiata dai populisti, dai sovranisti, dai fascisti, da tutti quelli che usano l’odio per esercitare la loro presenza sui social e nella vita pubblica. Quest’odio verso una donna che ogni volta che si esprime usa grazia, tatto e intelligenza, una donna espulsa dalla scuola, poi deportata, ora odiata porta la firma di Matteo Salvini e Giorgia Meloni, due dei peggiori politici del nostro tempo, la cui infinita mediocrità non riesce a frenare la loro infinita brama di potere. Parlate di “prima gli italiani”, ma noi non apparteniamo a voi: ci fate schifo".

"Saviano, per aggredire Salvini, si riempie la bocca di parole come odio, inferno, rancore, veleno, intolleranza. Qualcuno direbbe che 'la lingua parla dall'abbondanza del cuore' - commenta all'Adnkronos il senatore della Lega Simone Pillon -. Solidarietà alla senatrice Segre ma anche a Matteo Salvini che proprio oggi (ieri, ndr) ha ricevuto l'ennesima busta col proiettile, e solidarietà a chiunque sia minacciato sul piano personale. Non esistono minacce buone e minacce cattive. Sarebbe bello che lo capissero anche i maestri della sinistra, ma forse è chiedere troppo", conclude Pillon.

"Di fronte agli sciocchi e agli imbecilli esiste un modo solo per rivelare la propria intelligenza: quello di non parlare di loro", dice il vicesegretario della Lega, Andrea Crippa, prendendo a prestito una frase del filosofo Arthur Schopenhauer. All'AdnKronos che gli chiede di commentare le accuse di Saviano, il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli risponde secco: "Chiamate un medico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: un 5stella vince 1.952.527 euro

  • Nuovo Dpcm, ci siamo (quasi): le regole in vigore dal 10 agosto, cosa cambia per gli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 8 agosto 2020

  • Amadeus e Fiorello inseparabili: eccoli in vacanza con le mogli prima di Sanremo 2021

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 4 agosto 2020

  • Il cambiamento di Gianni Sperti: “Superare il pregiudizio è stata la vittoria più grande”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento