Sabato, 23 Ottobre 2021
Tutte le info

Sciopero venerdì 17 settembre: mezzi pubblici a rischio, gli orari città per città

Autobus, metropolitane, tram e non solo: venerdì 17 settembre sarà una giornata molto "calda" sul fronte trasporti per chi si deve spostare coi mezzi pubblici. È in programma uno sciopero "contro l'attacco ai diritti dei lavoratori, per il contratto e la sicurezza", fanno sapere dall'Usb, che ha indetto l'agitazione di 24 ore. Tutte le cose da sapere

Primo sciopero dei trasporti pubblici dall'inizio dell'anno scolastico: venerdì 17 settembre sarà una giornata molto "calda". È in programma uno sciopero "contro l'attacco ai diritti dei lavoratori, per il contratto e la sicurezza", fanno sapere dall'Usb, che ha indetto l'agitazione di 24 ore. Ecco le info utili città per città. Impossibile sapere quale sarà la partecipazione allo sciopero e quanti i disagi per cittadini e pendolari.

Sciopero mezzi pubblici 17 settembre 2021 a Roma

Nella Capitale a rischio le vetture della rete Atac e Roma Tpl, con fasce di garanzia: bus, tram, metro, ferrovie ex concesse. Nella notte tra il 16 e il 17 non sarà garantito il servizio delle linee bus notturne - quelle la cui denominazione inizia per "n". Invece è garantito il passaggio delle linee diurne che hanno corse programmate oltre la mezzanotte e quello delle corse notturne delle linee 38, 44, 61, 86, 170, 246, 301, 451, 664, 881, 916, 980, 314, 404, 444 (queste ultime tre sono della società RomaTpl). Domani, 17 settembre, il servizio è garantito da inizio giornata e fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Vetture a rischio, dunque, dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Possibili disagi anche sulle corse diurne - già citate sopra - che hanno il servizio programmato oltre le 24. Nel corso dello sciopero, nelle stazioni della rete metroferroviaria che resteranno, eventualmente aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale", così come "il servizio delle biglietterie", mentre "i parcheggi interscambio restano aperti".  Il servizio sarà regolare durante le fasce di garanzia: dall'inizio del servizio diurno e fino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20. Nelle stesse ore possibili stop, a livello regionale, sui bus di Cotral. Regolari le linee bus S, i collegamenti gestiti da Astral.

Sciopero trasporti 17 settembre 2021 a Milano

Venerdì 17 settembre l'agitazione nazionale indetta dal sindacato Usb lavoro privato che riguarda i dipendenti delle aziende del trasporto pubblico locale avrà riverberi in tutte le grandi città. A Milano lo sciopero, di 24 ore, coinvolge i lavoratori Atm che potranno incrociare le braccia per tutta la giornata, pur in rispetto delle fasce di garanzia, finestre orarie in cui la circolazione dei mezzi è garantita.  Sotto la Madonnina, ha fatto sapere la stessa società di Foro Bonaparte, "l’agitazione potrebbe avere conseguenze sul servizio dalle 8:45 alle 15 e dopo le 18". I mezzi sono quindi assicurati da inizio servizio alle 8.45 e dalle 15 alle 18, mentre dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio sono a rischio metro, autobus e tram.  "Potranno avere ritardi o essere cancellate le corse delle linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433 e Smart Bus in partenza nella fascia oraria compresa tra le 8:30 e le 14:59 e dopo le 18. Saranno garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 5:30 alle 8:29 e dalle 15:00 alle 17:59", ha sottolineato ancora Atm in riferimento alle linee Agi.

Sciopero 17 settembre 2021 a Napoli

L’eventuale interruzione del servizio verrà gestita nel rispetto delle fasce di garanzia con le seguenti modalità a Napoli:

- Linee di superficie: (tram, bus, filobus) il servizio è garantito dalle ore 5:30 alle ore 8:30 e dalle ore 17:00 alle ore 20:00. Le ultime partenze vengono effettuate 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero e riprendono circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero.

- Metro Linea 1: prima corsa mattinale da Piscinola ore 06:42 e da Garibaldi ore 07:22. In caso di adesione, ultima corsa mattinale da Piscinola ore 09:16 e da Garibaldi ore 09:14. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana da Piscinola ore 17:12 e da Garibaldi ore 17:52. L’ultima corsa serale è garantita da Piscinola ore 19:46 e da Garibaldi alle ore 19:44.

- Funicolari: Chiaia, Centrale e Montesanto ultima corsa del mattino garantita alle ore 09.20. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana delle ore 17.00. Ultima corsa serale ore 19:50. Funicolare di Mergellina chiusa. Attivo servizio navetta 621 (segue fasce garanzia bus).

Sciopero 17 settembre a Torino

Oltre allo sciopero indetto da Usb, a Torino si segnala che contestualmente l’Organizzazione UGL Autoferrotranvieri Piemonte ha proclamato uno sciopero di 4 ore. GTT assicura che il servizio sarà garantito nelle seguenti fasce orarie e che sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle seguenti fasce di servizio garantito:

- Servizio urbano-suburbano, metropolitana, assistenti alla clientela, centri di servizi al cliente: dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15.

- Servizio extraurbano, Servizio ferroviario (SfmA Borgaro-Aeroporto-Ceres): da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30.

- Tra le 15 e le 18 potrebbero non essere garantite le corse della linea bus SF2 tra Borgaro e Torino e viceversa.

- Servizio ferroviario (Sfm1 Rivarolo-Chieri): dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

Modalità di sciopero personale GTT S.p.A: Personale viaggiante urbano-suburbano, graduati, personale esercizio metropolitana assistenti alla clientela: da inizio servizio alle 6, dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio; per il personale viaggiante extraurbano gomma e ferrovia dalle 8 alle 14,30 e dalle 17,30 a fine servizio; Personale addetto nelle infrastrutture linea SFM1 (Rivarolo Chieri) da inizio servizio alle 6m dalle 9 alle 18, dalle 21 a fine servizio

Personale viaggiante CANOVA S.p.A: per il personale viaggiante urbano-suburbano e di metropolitana da inizio servizio alle 6, dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio; per il personale viaggiante extraurbano dalle 08,01 alle 14,30 e dalle 17,31 a fine servizio; Tutto il resto del personale delle aziende l’intera giornata lavorativa.

Sciopero trasporti Bologna 17 settembre 2021

Tper a Bologna fa sapere che l'astensione dal lavoro riguarderà il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere). Lo sciopero si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 a fine servizio di venerdì 17 settembre. Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti. Più precisamente garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera. Per effetto dello sciopero, gli sportelli Tper di via San Donato 25, attivi per il rilascio di contrassegni per le aree regolamentate dal Piano Sosta, potranno essere chiusi o subire una riduzione dei servizi nel corso dell’intera giornata.

Lo sciopero riguarda anche il personale addetto all’area Sosta e Mobilità di Tper - per il quale saranno garantite le prestazioni, riferite alle attività di prevenzione e accertamento delle violazioni di cui alla Legge 127/97, relative a tre turni mattinali e tre turni pomeridiani di Operatori Qualificati della Mobilità.

Per il personale dedicato al servizio “Marconi Express” l’astensione è prevista dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 a fine servizio.

Per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall'autostazione, fino alle ore 8.20 al mattino e fino alle ore 19.20 alla sera.

Per i mezzi urbani, extraurbani e del servizio Taxibus di Ferrara saranno garantite solamente le corse dai capilinea periferici, centrali e intermedi con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera

Perché scioperano oggi 

L'Usb, che ha proclamato la protesta, in una nota ha spiegato le motivazioni dello sciopero. Una lunga e variegata lista di ragioni, richieste propositi: "La nazionalizzazione dei settori e delle aziende strategiche; la riduzione dell'orario per contrastare gli effetti negativi della rivoluzione tecnologica; il superamento dei penalizzanti salari d'ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo  secondo livello ai neaoassunti; la sicurezza dei lavoratori e del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro; il salario minimo per legge contro la pratica dei contratti atipici e la lotta al precariato; la lotta a qualunque forma di discriminazione di genere, al razzismo e al sessismo; lo sviluppo di un sistema di ammortizzatori sociali, adeguati al contesto post-pandemico; il blocco dei licenziamenti e nessuna liberalizzazione degli appalti".

E poi ancora "il libero esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali; reali penalità economiche a carico delle aziende sui ritardi dei rinnovi contrattuali ed adeguati recuperi salari; una legge sulla rappresentanza che superi il monopolio costruito sulle complicità tre le OOSS e le associazioni datoriali di categoria", si legge in una nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero venerdì 17 settembre: mezzi pubblici a rischio, gli orari città per città

Today è in caricamento