rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
La guida

Sciopero aerei di domenica 2 aprile 2023: i voli a rischio e come farsi rimborsare

Gli operatori dell’Enav, tra cui i controllori del traffico aereo, incrociano le braccia. Possibili disagi per i viaggiatori. Tutte le informazioni utili

Disagi in vista per chi deve viaggiare in aereo. Per domenica 2 aprile 2023 gli operatori dell’Enav, tra cui i controllori del traffico aereo, hanno indetto uno sciopero. Incroceranno le braccia dalle 13 alle 17 con possibili disagi per i passeggeri tra voli cancellati e ritardi. L'agitazione è su base nazionale.

Chi sciopera domenica 2 aprile 2023 

Lo sciopero riguarderà i Flight Information Center di Brindisi, Milano, Padova e Roma e i servizi ATS e meteo in tutti gli aeroporti Enav: Crotone, Bari, Foggia, Taranto, Pescara, Brindisi, Lamezia Terme, Comiso, Catania-Fontanarossa, Lampedusa, Pantelleria, Palermo-Punta Raisi, Reggio Calabria, Alghero, Cagliari, Olbia, Torino-Aeritalia, Milano-Malpensa, Bergamo, Torino-Caselle, Albenga, Genova, Milano-Linate, Parma, Cuneo, Bolzano, Bologna, Treviso, Forlì, Brescia, Trieste, Rimini, Padova, Venezia-Lido, Verona, Ancona, Venezia-Tessera, Rieti, Roma-Ciampino, Roma-Fiumicino, Salerno, Napoli, Firenze, Roma-Urbe e Perugia. L'agitazione coinvolge anche i servizi degli uffici: Nof Italia (NOTAM Office), Aro-Cbo di Roma e Milano, Icc (International Communication Centre); l’ufficio di previsione meteorologica (Mfu).

Sciopero aereo del 2 aprile, i voli garantiti

Durante gli scioperi ci sono dei voli che non possono essere cancellati. Ci sono delle fasce orarie di tutela - dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21 - nelle quali i voli devono essere comunque effettuati.  Devono essere garantiti inoltre i voli di Stato, militari, quelli di emergenza, sanitari, umanitari e di soccorso. Salvi anche "tutti i voli charter da/per le isole regolarmente autorizzati o notificati anteriormente alla data di proclamazione dello sciopero". Viene assicurato l'arrivo a destinazione di tutti i voli nazionali in corso al momento dell'inizio dello sciopero. Assicurata anche la partenza di tutti i voli schedulati in orari antecedenti inizio astensione e ritardati per cause indipendenti dalla volontà delle parti.

Deve essere garantito l’arrivo a destinazione negli aeroporti nazionali dei voli internazionali con orario stimato non oltre trenta minuti primi dall'inizio dello sciopero stesso. Devono essere garantiti anche tutti i collegamenti intercontinentali in arrivo compresi transiti su scali nazionali nonché seguenti voli intercontinentali in partenza

Riportiamo qui anche voli garantiti il 2 aprile come indicato dall'Enac (Ente nazionale aviazione civile).

  • NOS 7972 CATANIA (LICC) BARI (LIBD);
  • DAT 1901 CATANIA (LICC) PANTELLERIA (LICG);
  • EJU 4063 VENEZIA (LIPZ) OLBIA (LIEO);
  • EJU 4064 OLBIA (LIEO) VENEZIA (LIPZ);
  • EJU 4143 NAPOLI (LIRN) OLBIA (LIEO);
  • EJU 4144 OLBIA (LIEO) NAPOLI (LIRN);
  • EJU 3599 MALPENSA (LIMC) LAMPEDUSA (LICD);
  • VLG 6864 FIRENZE (LIRQ) CATANIA (LICC);
  • VLG 6865 CATANIA (LICC) FIRENZE (LIRQ);
  • RYR 232 ALGHERO (LIEA) VENEZIA (LIPZ);
  • RYR 233 VENEZIA (LIPZ) ALGHERO (LIEA);
  • RYR 9119 PALERMO (LICJ) RIMINI (LIRP);
  • RYR 9120 RIMINI (LIRP) PALERMO (LICJ);
  • RYR 1009 CAGLIARI (LIEE) PALERMO (LICJ);
  • VOE 1134 OLBIA (LIEO) FIUMICINO (LIRF);
  • VOE 1579 NAPOLI (LIRN) PALERMO (LICJ);
  • VOE 1532 PALERMO (LICJ) VERONA (LIPX);
  • AEZ 2552 ALGHERO (LIEA) FIUMICINO (LIRF);
  • AEZ 2553 FIUMICINO (LIRF) ALGHERO (LIEA);
  • AEZ 1103 BERGAMO (LIME) CATANIA (LICC);
  • AEZ 1104 CATANIA (LICC) BERGAMO (LIME).

Sciopero Enav del 2 aprile 2023 - Elenco completo dei voli garantiti

Sciopero aereo del 2 aprile, come chiedere il rimborso

Secondo una stima di ItaliaRimborso, per lo sciopero Enav di domenica 2 aprile oltre 200mila i viaggiatori italiani possono subire un disservizio.

"Nelle ultime settimane i numeri in nostro possesso affermano la crescita delle proposte delle destinazioni da parte delle compagnie aeree – dice Felice D’Angelo, Ceo di ItaliaRimborso – . Proporzionalmente, però, sono cresciuti i disservizi aerei, così come gli scioperi, dove il passeggero può subire un ritardo o una cancellazione del volo. Il viaggiatore, qualora non riprotetto dal vettore aereo con un nuovo volo, può sicuramente sostituirsi all’assistenza della compagnia aerea e sostenere tutte le spese per raggiungere la meta prefissata. In questo caso sarà poi possibile avviare un reclamo di rimborso spese, rivolgendosi direttamente al vettore aereo o a una claim company”.

L’amministratore di ItaliaRimborso, che fornisce assistenza gratuita ai passeggeri vittime dei disservizi aerei, chiarisce i diritti del viaggiatore in caso di sciopero: “Nei casi di sciopero del comparto aereo, al passeggero non spetta la compensazione pecuniaria, prevista dal Regolamento Comunitario 261/2004, che oscilla da 250 a 600 euro, ma solo ed esclusivamente il rimborso delle spese per raggiungere la meta, se queste comprovate da scontrini e/o fatture”. 

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero aerei di domenica 2 aprile 2023: i voli a rischio e come farsi rimborsare

Today è in caricamento