Domenica, 7 Marzo 2021
Addio Dad

Dove si torna a scuola lunedì e le regioni che mancano all'appello

Tornano in classe con le lezioni in presenza al 50% 600mila ragazzi in Lombardia e 360mila in Liguria, Marche e Umbria e Campania. Ecco invece chi tornerà tra i banchi lunedì 1 febbraio

Si torna tra i banchi, con le lezioni in presenza al 50%, in alcune regioni da lunedì 25 gennaio. Con il ritorno in zona arancione, possono rientrare a scuola circa 600mila studenti lombardi (200mila delle medie e 400mila delle superiori) che finora erano confinati in didattica a distanza. Quelli delle medie ripartiranno già lunedì, per quelli delle superiori servirà qualche giorno per riaprire le strutture. Da lunedì 25 gennaio tornano in classe anche altri 360mila studenti: quelli delle scuole superiori di Liguria, Marche e Umbria, e delle scuole medie in Campania.

Le regioni in cui si torna a scuola lunedì 25 gennaio

Le scuole superiori in Lombardia hanno qualche giorno in più per attrezzarsi alla ripresa delle lezioni in presenza al 50%: la prefettura ha inviato una lettera ai dirigenti scolastici spiegando che, in considerazione del poco preavviso per la ripresa - notizia arrivata nel fine settimana - per le scuole c'è la possibilità di avere un differimento pur limitato dai dati del 25 gennaio, in modo di informare studenti e famiglie. Lunedì a scuola torneranno altri 360 mila studenti, per l'esattezza 353.579: sono quelli delle superiori nelle regioni Liguria, Marche, Umbria (che si alterneranno in percentuali che vanno dal 50 al 75%) e delle medie in Campania.

Il ritorno a scuola lunedì 11 febbraio in alcune regioni

Si sommano ai 640mila studenti delle superiori tornati in classe lunedì scorso, 18 gennaio, nel Lazio, in Emilia Romagna, in Molise e in Piemonte. L'11 gennaio erano tornati sui banchi in Valle d'Aosta, Toscana e Abruzzo. In Trentino Alto Adige gli studenti avevano fatto ritorno già dal 7 gennaio. All'appello mancano gli studenti delle scuole superiori in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Sardegna, Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia per i quali è stato stabilito che si tornerà il 1 febbraio.

Il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha spiegato che "secondo il monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore di sanità, l'indice Rt nazionale è sceso sotto 1. Dobbiamo restare prudenti, rispettare le regole ed essere molto, molto responsabili, ma è una notizia importante, anche per la scuola".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove si torna a scuola lunedì e le regioni che mancano all'appello

Today è in caricamento