Calano i reati, ma un italiano su due si sente meno sicuro rispetto a cinque anni fa

Un italiano su due si sente oggi, rispetto a 5 anni fa, meno sicuro nella città in cui vive: i dati del sondaggio dell’Istituto Demopolis per Citynews. Lavoro, economia e fisco le priorità dei cittadini per il Governo

Anche se il numero dei reati in Italia continua a calare, in cinque anni la percezione di sicurezza da parte di chi vive nelle città italiane è peggiorata. Come rivela un sondaggio condotto a settembre da Demopolis per il Gruppo Editoriale Citynews e Today, un italiano su due si sente meno sicuro rispetto a cinque anni fa. "Il 46% degli intervistati - spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento - dichiara di non sentirsi oggi tranquillo nella zona in cui vive o lavora: si tratta di un dato che in Italia appare in forte crescita rispetto agli anni precedenti”. 

Il 51% degli italiani, rispetto a 5 anni fa, ritiene che la sicurezza nella sua città sia diminuita mentre appena il 12% pensa il contrario. La percezione di insicurezza cresce nelle regioni del Centro Nord del Paese, come rivela il sondaggio.

2.Graf_ITALIA_Sicurezza_CityNews_Demopolis-2

Sicurezza percepita, Roma la metropoli peggiore

Quali sono le paure degli italiani

Secondo i dati diffusi dal Viminale a Ferragosto, nell'ultimo anno sono calati non solo i delitti consumati ma anche le rapine (12% in meno) e furti (9,5% in meno). Dal sondaggio Demopolis/Citynews sulla sicurezza percepita emerge però come tra le paure più diffuse per sei italiani su dieci ci sia quella di subire un furto o una rapina in casa o al lavoro, mentre il 58% teme di subire scippi o aggressioni fuori casa. Il 41% ha paura invece di poter essere vittima di molestie o violenze. Alla domanda se negli ultimi due anni gli intervistati o loro amici e familiari abbiano subito un furto, uno scippo o un'aggressione, il 62% ha risposto di no. Infine, un terzo si dichiara preoccupato dalla crescita della diffusione delle droghe e appena il 14% teme oggi atti di terrorismo. 

3.Graf_ITALIA_Sicurezza_CityNews_Demopolis-2

Lavoro e rilancio dell'economia: le priorità secondo gli italiani

Demopolis ha poi chiesto agli intervistati di segnalare quali dovrebbero essere le priorità del governo del Paese e gli investimenti per la sicurezza urbana figurano solo al terzo posto della classifica. 

A Milano chiedono più investimenti in sicurezza urbana

Sette italiani su dieci chiedono politiche per l'occupazione e il lavoro. Due terzi poi chiedono misure per il rilancio dell'economia dopo la crisi di questi anni mentre il 63% segnala la necessità di ridurre la pressione fiscale su famiglie e imprese. Al quarto posto della classifica, secondo gli italiani, c'è la gestione dell'immigrazione (56%), poi l'efficenza della sanità pubblica e il contrasto alla corruzione. Fanalino di coda gli investimenti nella scuola. 

5.Graf_ITALIA_Sicurezza_CityNews_Demopolis-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cambiano le priorità degli italiani: il diritto alla salute batte sicurezza 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

Torna su
Today è in caricamento