Sabato, 17 Aprile 2021

Stato di emergenza, la proroga rischia di saltare: le possibili conseguenze dal 1° agosto

Decisione ancora in bilico. Dopo la levata di scudi delle opposizioni e i malumori all'interno della stessa maggioranza, il governo ci avrebbe ripensato. Allo studio misure alternative

Giuseppe Conte

Contrordine: lo Stato di emergenza potrebbe non essere prorogato. Alla fine, dopo la levata di scudi delle opposizioni, il governo potrebbe decidere di non andare al muro contro muro in Parlamento, ma di gestire la fase emergenziale attraverso strumenti ordinari e non straordinari. Lo scrive oggi "La Stampa", che spiega come il ministro della Salute Roberto Speranza abbia "già dato mandato ai suoi uffici di studiare come 'prorogare comunque i poteri straordinari ancora indispensabili che devono essere conservati'".

A ripensarci sarebbe stato lo stesso premier che di ritorno da Bruxelles, dov’è impegnato per trattare sul recovery fund, dovrà affrontare la questione. Oltre alle opposizioni, fermamente contrarie, qualche protesta si era sollevata anche "tra i banchi" della stessa maggioranza. Senza contare che una proroga dei poteri straordinari potrebbe innescare delle tensioni con molti presidenti di Regione di centrodestra. E dunque, quella che appariva una decisione quasi scontata, rischia di saltare all’ultimo miglio.

Stato di emergenza, cosa potrebbe cambiare se non venisse prorogato

Se così fosse il 1° agosto l'Italia potrebbe uscire dallo Stato di emergenza. Ciò non significa però che le misure introdotte con i dcpm non saranno più in vigore: l’intenzione è quella di salvarle attraverso gli strumenti ordinari. In particolare, tutte le misure sanitarie e i protocolli potrebbero rientrare in una nuova ordinanza emanata dal ministero della Salute. Le linee guida che regolano la gestione di bar, ristoranti, stabilimenti, spiagge e attività commerciali rimarrebbero dunque in vigore anche nei prossimi mesi.  

Per il blocco dei licenziamenti e la disciplina dello smartworking si potrebbe invece intervenire con un decreto legge. Sul tavolo resta però la questione del commissario all’emergenza Arcuri, nominato proprio con un dpcm. Nessun problema invece per provvedimenti d’urgenza come lo stop ai voli dai Paesi a rischio su cui - come è già successo - si può intervenire con un’ordinanza.

Senza contare che in caso di necessità il consiglio dei ministri potrebbe comunque decidere di avocare nuovamente a sé i poteri straordinari. Va da sé tuttavia che se la proroga non dovesse arrivare il premier Conte non potrà emanare i famigerati dpcm, restringendo le libertà dei cittadini senza coinvolgere le due Camere. 

Decisione ancora in bilico

Secondo "Repubblica" tuttavia la decisione non è stata ancora presa, come ha confermato anche il ministro Speranza nel suo discorso in Parlamento: "Discuteremo nuovamente sia alla Camera che al Senato, con uno specifico ordine del giorno, della eventuale proroga dello stato di emergenza. Voglio essere molto chiaro: al momento nessuna decisione è stata assunta. Dovrà riunirsi il Consiglio dei Ministri e, personalmente, sono profondamente convinto che il Parlamento debba essere pienamente protagonista del percorso decisionale, nel rapporto di fiducia che lo lega al governo".

Boccia insiste: "Lo stato di emergenza è uno scudo"

A spingere per la proroga è invece il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, che in un’intervista al 'Corriere della Sera' spiega: "Quando ribadiamo che lo stato di emergenza è una sorta di scudo per tutti è perché consente alle Regioni di agire in emergenza e intervenire in sostegno di imprese, lavoratori e famiglie in deroga alle norme vigenti. Creando anche nuove zone rosse, un rischio che fa parte della vita accanto al Covid". 

"Tutte le Regioni - ha aggiunto - hanno gli strumenti per intervenire in tempo reale e dove serve interviene lo Stato. Anche se nessuno si avventura in previsioni, io penso che il lockdown totale sia stata la base su cui si è costruita una difesa che varrà anche per il futuro, sempre sperando che non ce ne sia bisogno".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato di emergenza, la proroga rischia di saltare: le possibili conseguenze dal 1° agosto

Today è in caricamento