rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Tutte le cose che non tornano nella storia di Ilaria Rimoldi e Onlyfans

Nel suo racconto, "cacciata da Gardaland per le foto su Onlyfans", ci sono molte incongruenze. Ve le mettiamo in fila

Da molte ore, ormai, sta tenendo banco su tutti i quotidiani italiani e sui social network la storia di Ilaria Rimoldi, 25enne dipendente stagionale del parco divertimenti Gardaland a cui non sarebbe stato rinnovato il contratto di lavoro causa Only Fans. Ma è andata veramente così? A quanto pare no, viste le numerose incongruenze che racconterebbero un’altra storia.  

La ragazza, in un’intervista concessa ieri al Corriere del Veneto ha infatti raccontato di essere stata convocata dalla direzione dell’azienda, la quale non avrebbe ben visto il dopo-lavoro sul sito per adulti: “Mi hanno fatto presente che quella è una struttura per famiglie e che le mie foto su Onlyfans non si addicono all’immagine che il parco vuole dare all’esterno. Ho risposto che nel mio tempo libero faccio quel che voglio e non possono impedirmelo”, ha spiegato al Corriere.  

Una storia diametralmente opposta

Nella stessa intervista ha raccontato di guadagnare circa 1.000 euro al mese e di non riuscire a mantenersi in maniera dignitosa con questo stipendio. In realtà, la ragazza, presente da tempo su Tik Tok con un seguito di oltre 270mila follower, nel corso di questi ultimi anni ha sempre raccontato una storia diametralmente opposta. Fino a pochi mesi fa. Una delle tante incongruenze di questa storia, infatti, attiene proprio allo stipendio e allo stile di vita di Ilaria. Su Tik Tok raccontava che se fosse stata pagata “tre noccioline” non avrebbe potuto vivere da sola in un residence con piscina.  

Ma proseguiamo: Ilaria lavora a Gardaland da tre stagioni e ha aperto il suo profilo Only Fans circa un anno fa, prima del suo ultimo rinnovo con Gardaland. E’ presente su Tik Tok da molto più tempo e nel corso di questi anni si è creata un seguito parlando del suo lavoro a Gardaland e successivamente aveva iniziato a parlare pure di quello su OF. 

A luglio 2022 la ragazza concede un’intervista a Fanpage.it dove racconta della sua esperienza con OnlyFans e dichiara di guadagnare circa 2.000 euro al mese grazie alle foto postate sulla piattaforma. L’azienda lo sapeva? A quanto pare sì, perché su Fanpage.it si legge: “Quando ha aperto il profilo OnlyFans, per un attimo ha avuto paura: ‘e se poi a lavoro non mi riassumono?’, si è chiesta Ilaria Rimoldi pensando che i suoi datori di lavoro al parco divertimenti non apprezzassero la decisione. ‘Non è andata così, sono molto aperti. La vita privata di una persona resta comunque la vita privata di una persona e a lavoro nessuno mi ha mai giudicata o mi ha fatto notare niente’. 

Proseguendo, Ilaria concede sempre più interviste e in estate è la protagonista di un servizio televisivo andato in onda a Zona Bianca, talk show di Retequattro condotto da Giuseppe Brindisi. Nel servizio viene mostrata la routine lavorativa di una creator OnlyFans e a un certo punto le viene chiesto se questo suo secondo lavoro le avesse creato problemi con il parco divertimenti. Lei risponde che no, nessuno in azienda le ha detto nulla a riguardo. 

Ma andiamo avanti: verso metà estate, la ragazza inizia a postare parecchi video in cui critica l'azienda e a un certo punto racconta di essersi vista diminuire l'orario di lavoro fa 40 a 25 ore senza alcun avviso e senza aver firmato nulla. Cosa che dichiara anche a Fanpage.it e al Corriere, ma che per legge non è possibile perché è necessaria una comunicazione accettata dal dipendente per procedere con una riduzione dell’orario lavorativo.  

Quando ieri ho letto l’intervista a Corriere del Veneto concessa da Ilaria, l’ho riconosciuta subito. Perché sì, avevo iniziato a seguirla su Tik Tok tempo fa, proprio nel periodo in cui Gardaland era su tutti i giornali perché non riusciva a trovare personale. All’epoca Ilaria difendeva il parco divertimenti e quasi prendeva in giro chi le chiedeva se fossero davvero degli sfruttatori, se pagassero poco, se fossero quelli i motivi per cui Gardaland non riusciva a trovare lavoratori.  

A Gardaland era già stagionale

Ilaria raccontava che Gardaland benissimo, che i turni erano tranquillissimi, che questo lavoro le permetteva di mantenersi senza fatica. A un certo punto, più o meno a cavallo tra luglio e settembre, all'improvviso, la versione cambia: i turni diventano di 12 ore nel weekend e lo stipendio scarso. Non solo: inizia a pubblicare video su screzi con l’azienda o altri intitolati "cose poco etiche che ho fatto sul posto di lavoro" dove racconta come, per esempio, tratta alcune tipologie di clienti maleducati.  

Ma andiamo avanti con le incongruenze: quest’estate Ilaria pubblica su Tik Tok un video in cui racconta che i suoi capi l’hanno convocata per “alcune cose che non ci piacciono dei tuoi video”. Una ragazza commenta il video scrivendo: “Mi sa che ingiustamente troveranno il modo per farti stare a casa”. E lei replica: “Ma speriamo”. Il 14 settembre, inoltre, Ilaria pubblica un video dove racconta di non avere trovare più stimoli nel lavoro al parco giochi, che le dispiace, ma che questa routine non fa per lei, e che probabilmente in azienda se ne sono accorti. 

Nell'intervista concessa ieri al Corriere del Veneto, il giornale sostiene che l'azienda avesse lasciato a casa Ilaria per colpa di OnlyFans, ma già nella replica ufficiale di Gardaland si faceva menzione alla scadenza del contratto a termine e all’utilizzo improprio di loghi e immagini aziendali.  

Nuovo giorno, e nuova intervista, sempre sul Corriere della Sera. Questa volta Ilaria racconta di aver girato un servizio televisivo con la divisa del parco. Questo dettaglio nella prima versione, però, era stato omesso. Nella stessa intervista, Ilaria spiega anche che il contratto in scadenza il 27 novembre non è stato rinnovato perché né lei né l'azienda si sono fatti sentire a vicenda per rinnovarlo. Anche questo dettaglio mancava nella precedente versione dei fatti. In un'altra intervista video concessa successivamente a Fanpage.it, Ilaria racconta anche di non essersi più presentata a lavoro negli ultimi giorni, prima della scadenza del contratto.  

Il contratto stagionale di Ilaria non è stato rinnovato alla scadenza, ma questo non sembrava essere mai stato un problema per lei, perché in una serie di vecchi video Tik Tok, pubblicati quando già lavorava come stagionale a Gardaland, la ragazza raccontava di lavorare da anni solamente in stagione e di non fare nulla d’inverno. “Non riuscirei mai a lavorare tutto l’anno”, scriveva.  

La sfilza di incongruenze sta per concludersi, ne manca solo una, la più plateale. Lo scorso 23 settembre, un ragazzo commenta: “Salutiamo il rinnovo”. E lei risponde: “Non ho accettato il rinnovo”.  

Insomma, la storia che tutti i giornali stanno raccontando da quasi due giorni è praticamente fondata su una serie di omissioni e importanti dettagli mancanti, ma soprattutto sulla totale mancanza di verifica delle dichiarazioni di un intervistato. Sarebbe bastato poco. Sarebbe bastato aprire Tik Tok, scorrere i video, leggere i commenti. Un’oretta di fact-checking. E invece, nulla.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento