rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità

In campo con lo striscione sulla tragedia di Cutro: multati e capitano squalificato

Stangata del giudice sportivo nei confronti di una squadra di terza categoria che ha portato sul terreno di gioco uno striscione con scritto "basta morti in mare"

"Multati per troppa umanità. 550 euro e la squalifica per il capitano e i dirigenti dell'Atlethic Brighela per aver esposto uno striscione di solidarietà e di denuncia sui morti nel Mediterraneo. È accaduto in provincia di Bergamo ma poteva accadere ovunque". Racconta con queste il clamoroso episodio che ha visto protagonista una squadra di terza categoria, Elisabetta Piccolotti dell'Alleanza Verdi Sinistra che insieme a Doris Devi presenterà un'interrogazione parlamentare al governo sulla vicenda della squadra di calcio dilettantistica avvenuta domenica scorsa. Infatti, i giocatori dell'Atletich Brigela erano entrati in campo sostenendo uno striscione per sensibilizzare verso la tragedia delle morti in mare. Il gesto è invece costato molti guai alla una squadra dilettantistica bergamasca.

Domenica scorsa, ad avvio partita, i giocatori dell'Atlethic Brighela - una società molto attiva anche nel sociale - si sono schierati a centrocampo con l'arbitro e gli avversari padroni di casa, il River Negrone, in una partita del Girone B. Applausi e foto di rito con pensiero al dramma di Cutro e uno striscione recante la scritta "Cimitero Mediterraneo, basta morti in mare". Secondo quanto riparte l'Eco di Bergamo, però, lo striscione non era stato autorizzato dall'arbitro. E infatti, è arrivata la stangata del giudice sportivo con multa e squalifiche. 

Atlethic-Brighela-squalificato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In campo con lo striscione sulla tragedia di Cutro: multati e capitano squalificato

Today è in caricamento