Mercoledì, 24 Febbraio 2021

È caccia a due milionari: "Forse non si sono accorti di avere la schedina vincente"

Il SuperEnalotto del 23 giugno ha regalato un 6 da oltre 51,3 milioni di euro, realizzato con un sistema a caratura. Ma le vincite non sono ancora state riscosse ad Avellino e Barletta

La vincita "diffusa" dello scorso 23 giugno al SuperEnalotto ha fatto felici decine di persone. Il concorso di casa Sisal ha reso milionaria l’intera Penisola grazie a un 6 da oltre 51,3 milioni di euro, realizzato con un sistema a caratura giocato attraverso la Bacheca dei Sistemi. Il sistema - si legge in una nota - era composto da 45 quote da 7 euro ciascuna che sono state acquistate dalle ricevitorie Sisal e poi proposte ai propri giocatori. Ogni vincitore, quindi, ha portato a casa oltre 1 milione di euro.

A distanza di meno di un mese dalla vincita, sono ben 43 i vincitori che si sono già presentati all’incasso mentre sono solo due le quote non ancora riscosse, racconta AgiproNews.

Avranno realizzato di avere in mano la schedina vincente? O forse avevano deciso già di partire per le ferie riservando al ritorno le pratiche per l’incasso? Impossibile saperlo. Comunque, ricorda Sisal, i termini per la riscossione della vincita - 90 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione del bollettino – scadranno venerdì 21 settembre 2018. Quindi, c’è ancora tempo per riscuotere, ma l’importante è ricordarsi di farlo.

Le vincite che non sono ancora state riscosse sono quelle di Avellino e Barletta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È caccia a due milionari: "Forse non si sono accorti di avere la schedina vincente"

Today è in caricamento