rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Aiuto in ascolto

Se a Natale sei solo, alza il telefono

Un ascolto per chi si sente solo e vulnerabile durante le feste: maratona h24 durante tutta la notte di Natale e fino a Santo Stefano dei volontari di Telefono Amico

A Natale c'è chi resterà attaccato al telefono. Non per fare gli auguri a parenti e amici, ma per ascoltare chi proprio durante le feste non ha nessuno con cui parlare e ha bisogno di una voce amica. Sono i volontari di Telefono Amico, che anche quest'anno ha attivato la sua maratona di ascolto a Natale: dal 24 al 26 dicembre, h24, i volontari risponderanno senza interruzione alle chiamate di chi è solo o sta vivendo un momento di difficoltà emotiva e che proprio durante le feste si sente più fragile e vulnerabile.

Dall'altra parte del telefono, chi è solo troverà la sicurezza di una persona in ascolto con cui poter condividere liberamente le proprie emozioni: rabbia, sconforto, disagio, angoscia, solitudine. Chi chiama non è tenuto a dare il proprio nome né qualsiasi altra informazione, si è liberi di esprimere la propria sofferenza o il proprio bisogno di parlare e confidarsi. Il servizio è completamente anonimo, apartitico e aconfessionale. I volontari, che hanno seguito un apposito corso di formazione, ascoltano senza esprimere giudizi né rimproveri, accompagnando e supportando l'altro. Non ci sono difficoltà "sbagliate", come non ci sono soluzioni facili o standardizzate. L'obiettivo dell'ascolto attivo infatti è consentire alla persona di trovare dentro di sé la soluzione, mettendola in condizioni di scegliere liberamente valorizzando le proprie risorse interiori.

Le festività sono sempre state un momento particolare. C'è chi aspetta il Natale con gioia, ma per alcuni può significare un periodo di profonda solitudine, in cui le fatiche e il disagio possono risultare ancora più difficili e a volte anche insopportabili. Quello dell'anno scorso è stato per molti un Natale "negato". In tre giorni, dalle 10 del 24 dicembre alla mezzanotte del 26 dicembre 2020, al Telefono Amico sono arrivate oltre 500 richieste di aiuto, il 41% per cento in rispetto al precedente Natale pre-pandemia. Oggi la situazione è diversa, ma incontrarsi e festeggiare in compagnia è ancora difficile. "L'anno scorso le richieste di aiuto arrivate durante la maratona di Natale sono state davvero molte, in linea con l'aumento complessivo registrato durante il primo anno di pandemia, che è stato del 70% rispetto a un anno medio. E dal momento che anche nel 2021 le chiamate non sono diminuite, ci aspettiamo ufn altro Natale molto intenso", ha detto Monica Preta, presidente di Telefono Amico Italia e lei stessa volontaria da molti anni, aggingendo: "Anche se le preoccupazioni legate all'aspetto più sanitario dell’emergenza si sono un po' alleviate, purtroppo, la sensazione di fragilità e di solitudine che la pandemia ci ha lasciato è ancora molto forte".

Nel primo anno di pandemia il servizio ha registrato un aumento complessivo del 70% rispetto a un anno medio e nel corso del 2021 le chiamate non sono diminuite. Nei giorni di festa, a chiamare il numero unico nazionale (02 2327 2327) sono soprattutto gli uomini tra i 36 e i 55 anni. Da tempo esiste anche la possibilità di chiedere aiuto via chat (su WhatsApp al numero 324011 7252). Chi sceglie di rivolgersi a Telefono Amico tramite questo servizio sono per lo più donne (il 59%) e i giovani, tra i 19 e i 25 anni. Per gli uomini generalmente la "molla" è il bisogno di compagnia, mentre per donne e ragazze la spinta a chiedere un ascolto attivo è data da difficoltà di tipo esistenziale (19%) e familiare (17%).

La rete dei volontari di Telefono Amico, dislocati in 20 centri locali su tutto il territorio nazionale, è comparsa da 500 persone. Quasi la metà quest'anno ha deciso di dare la propria disponibilità alla 24 ore di Natale. Chi vuole diventare volontario può scrivere all'associazione e intraprendere il percorso di formazione, teorico e pratico, sui temi dell'ascolto empatico e della relazione di aiuto. Chi invece vuole aiutare può partecipare alla raccolta fondi "A Natale regala l'ascolto", lanciata da Telefono Amico Italia insieme a Rete del Dono, per supportare i volontari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se a Natale sei solo, alza il telefono

Today è in caricamento