Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità

Terapie intensive, superata la soglia critica del 30% fissata dal ministero della Salute

I dati del monitoraggio di Agenas. Con l’aumento dei ricoverati nelle ultime 24 ore (+203), il tasso nazionale di occupazione è passato dal 29 al 31%

L’Italia ha superato la soglia “critica” per quanto riguarda il tasso di occupazione delle terapie intensive per pazienti Covid-19. Una soglia che il ministero della Salute aveva fissato al 30% dei posti letti occupati nella circolare sulle attività di monitoraggio del rischio sanitario in emergenza Covid-19 (30 aprile 2020).

I dati del bollettino di oggi fanno segnare un aumento di 203 unità nelle ultime 24 ore per quanto riguarda i ricoverati, portando il totale a 2.225 pazienti in terapia intensiva. Numeri che hanno portato il tasso nazionale dal 29 al 31%, oltre il quale c’è il rischio che il sistema non riesca a garantire i trattamento anche per i pazienti gravi non Covid.

A rivelarlo sono i dati del cruscotto di monitoraggio dell’Agenas, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, aggiornato alle 17 di del 3 novembre 2020. 

Terapie intensive, nove regioni supereano la soglia critica del 30%

Ben nove le regioni che hanno superato la soglia del 30%. La Valle d’Aosta spicca al 65%, seguita dalla provincia di Bolzano al 51% e dall’Umbria al 49%. La Lombardia ha il 45% di posti occupati. In Campania il tasso arriva al 44%. La Toscana è al 41%, Marche e Piemonte sono entrambe al 37% e la Liguria al 31%. 

Vicino al limite del 30% ci sono poi l'Emilia Romagna (27%), Abruzzo e Puglia (26%), Sardegna e Sicilia (25%), Provincia di Trento (24%), Lazio (23%), Friuli Venezia Giulia (22%), Molise (20%). In fondo alla classifica per posti occupati in terapia intensiva ci sono Veneto, Calabria e Basilicata (17%).

Viaggio in un reparto di terapia intensiva: ''Se pensate che sia una favola, fate un giro qui''

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapie intensive, superata la soglia critica del 30% fissata dal ministero della Salute

Today è in caricamento