rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Il richiamo ulteriore

Vaccini Covid, da dicembre la terza dose agli over 40: il piano del Governo

L'annuncio del ministro della Salute Roberto Speranza che in Parlamento spiega come si stia anche valutando una modifica della validità del green pass

Dal primo dicembre saranno chiamati a sottoporsi alla ulteriore dose di richiamo vaccino anti Covid anche chi ha tra 40 a 60 anni. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza. Inoltre oggi durante la cabina di regia con il premier Mario Draghi, Speranza ha posto la questione della terza dose di vaccino anti-Covid obbligatoria per il personale sanitario e per chi lavora nelle Rsa. L'obbligo vaccinale è già previsto per le prime due dosi e sul tavolo c'è la valutazione di estendere l'obbligo anche alla terza.

Terza dose: il nuovo cronoprogramma

"La terza dose è assolutamente strategica per la campagna vaccinale - ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza annunciando il cronoprogramma alla Camera - siamo all'83,7% di persone che hanno completato il ciclo vaccinale". "Il richiamo ad oggi è stato offerto 2,4 milioni. Abbiamo iniziato da immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60 e chi ha avuto J&J che possono avere booster dopo sei mesi". ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo al question time alla Camera.

Il ministro Speranza ha detto che il governo intende avviare un percorso di approfondimento per acclarare se vi siano le condizioni per valutare diversamente il certificato verde rilasciato ai guariti e altresì se si sta rivedendo la bontà della decisione di estendere la validità del green pass fino a 12 mesi. "L'osservazione scientifica - ricorda Speranza - ha evidenziato una risposta immunitaria diversa rispetto ai soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale, fra i quali deve ritenersi compreso il caso del guarito cui entro 6 mesi viene somministrata una dose di vaccino. La guarigione con la somministrazione di una dose viene dunque equiparata alla vaccinazione, con conseguente validità della certificazione verde di 12 mesi a partire dalla somministrazione della dose".

"La durata per i soggetti guariti è di 6 mesi e per i vaccinati di 12 mesi - ha concluso Speranza - Le evidenze suggeriscono che il rischi di reinfezione è basso se l'esposizione alla variante delta del coronavirus Sars-Cov-2 si verifica entro 3-6 mesi dalla diagnosi iniziale".

Green pass revocato a chi è positivo

Resta evidente che chi è identificato come caso positivo è sempre soggetto a isolamento ed è escluso a rigore l'uso del green pass poiché il titolare è possibile causa di contagio. "La revoca - come spiega Speranza - segue una doppia opzione: la segnalazione del medico o il tampone positivo i cui dati convergono su piattaforma regionale".

Terza dose: chi può farla e con quale vaccino

Al momento il richiamo ulteriore spetta ai soggetti ad elevata fragilità, al personale sanitario, agli ospiti e al personale delle Rsa e a tutti gli over 60 che hanno fatto la seconda dose da almeno 180 giorni.

Una dose aggiuntiva è prevista per coloro che si sono vaccinati con il monodose Johnson&Johnson, anche in questo caso a sei mesi di distanza dall'immunizzazione. I vaccini somministrati sono quelli a Rna messaggero (Pfizer e Moderna) anche per chi è stato vaccinato inizialmente con AstraZeneca o col monodose J&J. Moderna se usato come booster prevede metà dosaggio.

Una circolare del ministero della Salute diffusa ieri prevede che chi ha ricevuto vaccini non autorizzati dall’Ema possa fare un booster con un farmaco a Rna. In questo modo potrà ottenere il Green Pass. La terza dose può essere somministrata già 28 giorni dopo la seconda. Se sono passati sei mesi, invece, è necessario rifare un ciclo completo con due dosi di mRna.

Terza dose: quando e come farla

Questa la strategia già annunciata dal commissario Figliuolo: somministrazioni negli hub anche senza prenotazione e chiamate ai cittadini da parte dei medici di base alla scadenza dei sei mesi dalla seconda dose per effettuare il richiamo.

Terza dose: ecco perché un test sierologico non può dirci se siamo protetti 

Bertolaso: "Via il Green Pass a chi non fa la terza dose" 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini Covid, da dicembre la terza dose agli over 40: il piano del Governo

Today è in caricamento