Sabato, 8 Maggio 2021
Obiettivo Covid free / Cagliari

I controlli con test rapidi per chi arriva in Sardegna: cosa succede in caso di positività

Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, annuncia le novità. Come funzionerà la procedura e cosa succede da lunedì 8 marzo. Si attendono i dettagli "ufficiali", ma i tamponi dovrebbero essere su base volontaria

I dettagli ancora non sono noti (si faranno in tutti i porti e aeroporti?), l'idea di fondo invece è chiara. Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, annuncia i controlli per chi arriva in Sardegna attraverso test rapidi. "Da lunedì a chi sbarca chiediamo qualche minuto del suo tempo per sottoporsi a un test rapido: se il risultato è di negatività si accede tranquillamente, in caso di positività scattano i protocolli previsti". Solinas ha spiegato di voler agire in questo modo "per difendere la salute pubblica".

L'ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas è attesa tra oggi e domani. Possibili secondo i quotidiani locali protocolli bilaterali con i singoli gestori di porti e aeroporti con i quali le interlocuzioni sono in corso. Sono già effettuati i primi sopralluoghi e altri sono previsti tra oggi e domani. Resta da capire quali spazi possono essere idonei, soprattutto negli aeroporti, ad ospitare il personale delle aziende sanitarie locali che dovrà materialmente effettuare i tamponi rapidi che, a quanto pare, saranno fatti solo su base volontaria. In caso di obbligo dei test all'arrivo la bocciatura del Governo sarebbe secondo molti dietro l'angolo, inevitabile, e in questo momento nessuno vuole andare allo scontro con Roma.

I controlli per chi arriva in Sardegna: cosa succederà

Si entra o con certificato di vaccinazione, o con risultato di negatività oppure dopo il test in aeroporto o porto. La Sardegna, che da lunedì è l'unica regione in zona bianca, prova a diventare "isola covid free" in vista della stagione turistica lontana solo pochi mesi. I controlli su chi sbarca nel territorio regionale dovrebbero partire l'8 marzo.

"A chi fa il vaccino viene rilasciato un tesserino che attesta questa condizione e per questi non c’è problema - ha detto il presidente della regione ieri a “Un Giorno da pecora” su Radio1-. Chi ha un certificato che attesti la negatività nelle 48 ore prima dell’imbarco passerà da un percorso rapido e potrà uscire immediatamente dall’aeroporto. Chi non ha avuto la possibilità di farlo dovrà dedicarci un poco del suo tempo perché eseguiremo un test rapido accreditato dall’Istituto superiore di sanità e in pochi minuti avrà il suo risultato". A quel punto due strade, inevitabilmente: "Se negativo potrà accedere all’isola, mentre se dovesse risultare positivo scatteranno protocolli che sono uguali ovunque". Ovvero quarantena se asintomatico e assistenza.

La Sardegna è in zona bianca

Le riaperture di cinema e teatri in zona bianca? “Se questa settimana ci confermerà l'andamento positivo dei numeri che avevamo fino alla settimana scorsa potremo riaprire anche i luoghi della cultura, e progressivamente anche le palestre, con tutte le prescrizioni e i protocolli del caso" dice Solinas. “Abbiamo scelto di fare delle riapertura graduali per monitorare gli effetti delle riaperture. Al momento abbiamo riaperto la ristorazione serale fino alle 23, con coprifuoco alle 23.30. I bar e le attività simili sono aperti fino alle 21”. 

"Stiamo insistendo - ha spiegato - per avere la possibilità di investire in una campagna massiccia di vaccinazione ed è per questo che abbiamo attivato oltre 50 punti per le somministrazioni così da poter immunizzare tutta la popolazione in 30, 45 giorni". Ieri nel primo giorno di operatività del piano vaccinale per gli over 80 sono stati 1.600 gli sms inviati dall'Ats ai nati fino al 1937 per l'adesione alla campagna di vaccinazione anti Covid-19.

In molti hanno già prenotato la somministrazione attraverso la piattaforma Sardegna Salute. Il messaggio contiene un link per l'adesione. Successivamente gli interessati saranno contattati dall'Ats per la comunicazione della data, dell'ora, del luogo in cui sarà somministrato il vaccino. Dal 15 marzo gli stessi sms saranno trasmessi agli over 80 nati sino al 1941. In Sardegna gli ultraottantenni sono 115mila. 

Sardegna in zona bianca, c'è l'ordinanza: che cosa cambia in concreto

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I controlli con test rapidi per chi arriva in Sardegna: cosa succede in caso di positività

Today è in caricamento