Lunedì, 14 Giugno 2021
La ripartenza

Discoteche, il test a San Marino: tremila persone a ballare techno con la mascherina

Il mattatore della serata sarà Sven Vath, la data è quella del 19 giugno. Si potrà entrare solo con il tampone negativo o un certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione da Covid

Foto di repertorio non riferita alla location in cui si svolgerà l'evento. Ansa

Nella Repubblica di San Marino la ripartenza delle discoteche ha già un nome e una data. Il nome è quello di Sven Vath, uno dei dj e discografici di spicco del panorama della musica elettronica mondiale, sulla scena da più di 30 anni. La data è stata fissata per sabato 19 giugno quando  nell'Area Eventi San Marino Shooting Club si terrà l'evento 'The Vibe Is On'. La location può ospitare fino a 8.000 persone di capienza ma ne vedrà entrare per l'occasione 3.000, tutte munite di mascherina e certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione da Covid. In alternativa si potrà partecipare anche con l'esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. Un evento "nel segno della musica e della sicurezza", spiegano gli organizzatori, che affianca la presenza di guest star di livello internazionale a un rigido protocollo anti-Covid basato sulle esperienze di successo sperimentati ad Amsterdam e Barcellona. Alla consolle ci saranno anche altri nomi di spicco come Dana Ruh, Idriss d, Fabrizio Maurizi, Philip&Cole, Massimino Lippoli.

A San Marino in tremila a ballare, senza distanziamento ma muniti di mascherina

Ma l'iniziativa, promossa e organizzata dal Gruppo Musica di Riccione (che evidentemente in attesa che riparta la riviera romagnola cerca ospitalità altrove) con il patrocinio della Segreteria di Stato per il Turismo e della Segreteria di Stato per lo Sport, ha un obiettivo che va al di là del puro intrattenimento: potrà infatti essere anche vista come un ''test per dimostrare la possibilità di realizzare eventi in sicurezza'', precisano gli organizzatori, ''un banco di prova con la volontà di ripartenza che speriamo sia di buon auspicio per il futuro''. Tremila persone a ballare techno dalle 21 alle 5 del mattino, senza distanziamento ma con la mascherina. Gli organizzatori hanno attivato anche un servizio di bus navetta dedicato che permetterà di raggiungere agevolmente l'Area Eventi. Come detto, l'ingresso sarà consentito solo a chi si presenterà con il dispositivo di protezione e potrà esibire un certificato di avvenuta vaccinazione/guarigione da Covid-19 o, in alternativa, un tampone negativo eseguito entro le 48 ore precedenti l'ingresso. Sarà inoltre necessario compilare un modulo di autocertificazione da allegare alle certificazioni di cui sopra. Inoltre lo staff è al lavoro per allestire una postazione dove sarà possibile effettuare tamponi direttamente in loco nell'area dello stadio.

Intanto oggi ci sarà il tavolo con i gestori per decidere la data di riapertura delle discoteche. L'ipotesi è quella di ripartire, cominciando con i locali all'aperto. Per il sottosegretario alla Salute Andrea Costa " l'inizio di luglio potrebbe essere la data giusta" ma, ha aggiunto, "dobbiamo trovare una soluzione per fare in modo che la riapertura avvenga davvero e soprattutto avvenga senza commettere gli errori dello scorso anno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche, il test a San Marino: tremila persone a ballare techno con la mascherina

Today è in caricamento