Lunedì, 12 Aprile 2021
Spagna

"Fanno ciò che vogliono, è vergognoso": turisti scatenati in vacanza, la rabbia dei residenti

A Magalauf, nelle Baleari, ci sarebbero stati alterchi tra la popolazione locale e gruppi di turisti inglesi e tedeschi accusati di non rispettare le distanze di sicurezza: il caso

Un fermo immagine del video

Turisti immortalati a ballare per strada (e anche sulle auto) senza indossare le mascherine né rispettare le distanze di sicurezza. Le immagini arrivano da Magaluf (Maiorca), nota località turistica delle Baleari dove, secondo quanto riportato dai quotidiani locali, ci sono stati alterchi tra la popolazione residente e vari gruppi di turisti, soprattutto inglesi e tedeschi.

"Gli spagnoli - scrive il Guardian che al pari di altri quotidiani briannici ha rilanciato la notizia - sono rimasti sbalorditi dall’approccio dei turisti inglesi e temono che scoppi una seconda ondata di contagi proprio ora che l’epidemia sembra sotto controllo". 

Solo pochi giorni fa il governo catalano aveva annunciato nuove misure per contenere la diffusione del virus: mascherine obbligatorie anche all’aperto per tutte le persone di età superiore a sei anni. Una decisione che secondo Gabriel Escarrer, presidente dell’associazione turistica Exceltur, rischia di danneggiare il turismo delle Baleari: "Molti turisti hanno optato per destinazioni in cui le regole non sono così rigide", ha spiegato Escarrer. Le restrizioni sono entrate in vigore ieri, mentre i video che immortalano i turisti per le strade di Magaluf risalgono a qualche giorno fa.

Magaluf, turisti scatenati. E i residenti si infuriano

Nonostante i vacanzieri non fossero tenuti ad indossare le mascherine all’aperto, il loro comportamento ha fatto infuriare gli spagnoli. "Mentre in alcune zone della Spagna ci sono ancora restrizioni, gli anziani sono chiusi nelle case di cura e noi tutti indossiamo le mascherine per uscire, a Magaluf gli inglesi irresponsabili fanno ciò che vogliono. È vergognoso".. Così un utente ha commentato su Twitter uno dei filmati che documenta il divertimento sfrenato dei turisti. 

turista 1-2

Secondo La Vanguardia, a Platja de Palma venerdì scorso ci sarebbe stato un altro alterco tra la popolazione locale e un gruppo di turisti (presumibilmente tedeschi) rei di non aver indossato le mascherine e rispettato le distanze di sicurezza.

I timori per una seconda ondata

Dall’inizio dell’epidemia alle Baleari ci sono stati 2.249 infezioni e 224 morti: l’incidenza è stata di gran lunga più bassa che nel resto della Spagna, ma i residenti temono che il riaccendersi di focolai possa danneggiare l’economia del posto tenuta in piedi soprattutto dal turismo. Le autorità locali stanno facendo di tutto per far rispettare  le misure anti-Covid.

Dal 26 giugno ad oggi, scrive sempre La Vanguardia, alle Baleari sono state individuate e bloccate ben 41 feste non autorizzate (ma a pagamento). Il governo locale è intervenuto con misure choc per evitare il ripetersi di questi episodi: chi organizza party non autorizzati rischia infatti una multa con cifre anche a cinque zeri. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fanno ciò che vogliono, è vergognoso": turisti scatenati in vacanza, la rabbia dei residenti

Today è in caricamento