Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Calendario vaccini: la prenotazione solo in otto regioni

La manifestazione d'interesse ad essere immunizzati contro il coronavirus oggi è possibile soltanto in alcuni territori. Altri sono indietro. Da oggi al via la campagna in Lazio e in Sicilia

La vaccinazioine contro il coronavirus si può prenotare soltanto in otto regioni. Sono 49 milioni 658 mila e 696 gli italiani che devono ancora essere vaccinati perché nel nostro Paese si raggiunga l’immunità di gregge. E per ora sono 2.546.913 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, l'88.1% del totale di quelle consegnate (2.890.575, di cui 2.777.775 Pfizer/BioNTech e 112.800 Moderna). La somministrazione ha riguardato 1.603.091 donne e 943.822 uomini. 

Calendario vaccini: la prenotazione solo in otto regioni

Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate nei 293 punti di somministrazione regionale a 1.766.722 operatori sanitari, 499.443 unità di personale non sanitario, 260.966 ospiti di strutture residenziali e 19.782 over 80. Ma mentre è previsto per martedì 9 febbraio l'inizio della campagna di vaccinazione degli under 55 con le dosi del vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca che sarà utilizzato per i soggetti tra i 18 ed i 55 anni già in questo mese, fino a ieri erano solo cinque le regioni in cui gli over 80 potevano prenotarsi. Oggi se ne dovrebbero aggiungere altre tre. Nelle altre, scrive oggi il Corriere della Sera, si aspetta.

Il quotidiano spiega che ad oggi non si può scegliere il giorno e l'ora in cui si riceverà la prima dose, ma si può effettuare una manifestazione di interesse a essere vaccinati: ci si può registrare ma questo non significa essere chiamati perché poi ciascuna regione seguirà la sua lista dando la precedenza ai più anziani o a chi ha una o più patologie. Intanto è possibile provare a effettuare una manifestazione d'interesse nel Lazio, in Abruzzo, in Campania, in Trentino-Alto Adige e in Valle d'Aosta mentre a Trento sono finiti i posti e le prenotazioni sono ferme. Oggi, scrive il quotidiano, si apriranno le manifestazioni di interesse in Sicilia, Umbria e Puglia e probabilmente anche in queste regioni ci sarà un effetto clic day. Mercoledì si comincia anche in Friuli-Venezia Giulia, dove il canale sarà quello dei Centri Unici di Prenotazione. In Emilia-Romagna sono partite le lettere per gli over 80. Nelle altre regioni invece si aspetta. 

In Lombardia nei prossimi giorni i cittadini inizieranno a ricevere informazioni cartacee e via mail. Il sito di prenotazione dovrebbe essere accessibile tra una decina di giorni mentre le prime somministrazioni sono in calendario per il 24 febbraio. In Veneto le prime punture dovrebbe essere fatte il 15 febbraio, già una settimana dopo si dovrebbe scendere agli over 75. La Basilicata, gli over 75 li voleva coinvolgere subito, salvo poi fare marcia indietro.

Intanto Poste ha messo a disposizione una piattaforma perle prenotazioni che finora è stata scelta solo da Sicilia, Marche, Campania e Abruzzo. 

La vaccinazione per gli over 80 al via nel Lazio e in Sicilia

Ed è al via oggi nel Lazio la vaccinazione anti Covid agli over 80. Su una popolazione di oltre 470mila ultraottantenni, più di 214mila hanno già effettuato la prenotazione sul sito della Regione Lazio. Il numero degli 'aventi diritto' comprende anche coloro che compiranno 80 anni nel 2021. Il 13% si e' prenotato telefonicamente e l'87% con modalita' online. La maggior parte delle iscrizioni si sono registrate nelle Asl Roma 1 (oltre 50mila), seguono Roma 2 (con piu' di48 mila), Roma 3 (circa 25mila), Latina (quasi 19mila), Roma 6 (14mila), Frosinone (13mila), Roma 5 (12.500), Viterbo (11mila), Roma 4 (7000) e infine Rieti con quasi 3000 prenotazioni. L'assessore alla Salute, Alessio D'Amato, ha assicurato che per questa campagna saranno via via coinvolti i medici di medicina generale, la rete di hub e gli ospedali cosiddetti spoke. Si parte in 50 punti di somministrazione, 22 nella citta' di Roma, 13 nella provincia di Roma, 5 a Latina, 4 a Viterbo e 3 a Frosinone e Rieti. Questi punti sono attrezzati nella gestione in sicurezza delle somministrazioni e nella garanzia della catena del freddo. Nella prima giornata si sono prenotati 3.601 over 80, di cui 2.083 a Roma, 708 nella provincia di Roma, 270 a Latina, 252 a Frosinone 192 a Viterbo e 96 a Rieti, in rapporto alla percentuale di popolazione. 

Settantadue ore prima dell'appuntamento viene inviato un sms per ricordare data e luogo della somministrazione, per la quale non occorre la prenotazione del medico. Va da sé che prenotando la prima dose viene automaticamente prenotata anche la seconda dose che avverrà dopo 21 giorni per il vaccino Pfizer e dopo 28 giorni per il vaccino Moderna. Stando a quanto fa sapere l'unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio, ad oggi sono stati gia' vaccinati circa 20 mila over 80, soprattutto nelle Rsa. "L'obiettivo, stante le quantita' di dosi di vaccino ad oggi disponibili e garantendo sempre la seconda dose, è di concludere gli over 80 entro i primi giorni del mese di maggio. Qualora ci dovesse essere un aumento delle dosi a disposizione verranno anticipati gli appuntamenti e aumentati i punti di somministrazione che oggi, a causa della scarsita' delle dosi, non possono essere ulteriormente ampliati". 

Da oggi anche i cittadini siciliani con più di 80 anni - compresi tutti gli appartenenti alla classe 1941 - potranno accedere al form 'prenotazioni.vaccinicovid.gov.it', che sarà raggiungibile anche attraverso il sito web della Regione siciliana, il portale siciliacoronavirus.it e tutti i siti delle Aziende del sistema sanitario regionale. In Sicilia, i cittadini che rientrano in questa fase del target over 80 sono circa 320mila. L'Isola è la prima regione d'Italia ad avviare il sistema di prenotazione online del vaccino anti Covid, predisposto dalla Struttura commissariale nazionale per l'emergenza pandemica e realizzato da Poste Italiane. Nei giorni scorsi, i tecnici informatici dell'assessorato della Salute hanno completato il processo di allineamento delle informazioni (tra punti vaccinali negli ospedali, disponibilità vaccini e popolazione siciliana) con la banca dati di Poste Italiane per consentire la predisposizione degli slot di prenotazione. Da oggi, a partire dalle 10, sarà possibile, pertanto, accedere al sistema online che consentirà di scegliere il Centro vaccinale siciliano più vicino e, quindi, determinare l'appuntamento per la somministrazione.

Per la prenotazione, oltre ai dati anagrafici, il sistema richiederà anche la tessera sanitaria.  Oltre alla piattaforma online, sarà possibile prenotarsi attraverso un call center dedicato, telefonando al numero verde 800.009.966 attivo da lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). "Con la vaccinazione dei siciliani fino alla classe 1941 - dice il presidente della Regione Nello Musumeci - inizia una nuova fase della stagione di contrasto al Coronavirus. Assieme ad altre Regioni, abbiamo scelto di aderire al progetto informatico e logistico della struttura del Commissario nazionale per l'emergenza e siamo particolarmente orgogliosi di essere i primi in Italia in questo servizio".   Il governo regionale conta di avviare le prime vaccinazioni sui cittadini over 80 anni dal prossimo 20 febbraio, mentre dal primo marzo prenderà il via la campagna domiciliare rivolta ai siciliani - di questo stesso target - che non possono raggiungere autonomamente i Centri vaccinali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calendario vaccini: la prenotazione solo in otto regioni

Today è in caricamento