Lunedì, 17 Maggio 2021
The epic victory of BigPharma

I vaccini Pfizer in arrivo ma a prezzo maggiorato

Entro giugno la casa farmaceutica statunitense fornirà all'Europa 50 milioni di vaccini in cambio dell'impegno della Commissione Europea a investire su vaccini a mRna e acquistarne 1,8 miliardi di dosi per i prossimi due anni a un prezzo maggiorato del 60%. Per l'Italia oltre 670mila dosi in più già a aprile

la dimostrazione dei Cobas a Milano davanti alla sede di Pfizer per chiedere la libertà dei brevetti dei vaccini

Dinanzi ai guai con il vaccino Astrazeneca e allo stop improvviso a quello di Johnson&Johnson, l'Unione Europea si affida ancora una volta a Pfizer: entro giugno, la casa farmaceutica statunitense consegnerà 50 milioni di dosi aggiuntive del suo farmaco, sviluppato con la tedesca BioNTech. Ad annunciarlo è stata la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, che ha anche confermato il nuovo megacontratto con la stessa Pfizer: una fornitura di 1,8 miliardi di nuovi vaccini fino al 2023. Un accordo che, stando a quanto rivelato dalla Bulgaria, sarebbe stato raggiunto aumentando i prezzi delle dosi del 60% rispetto ai costi attuali.

La buona notizia è che le vaccinazioni accelerano. Quanto al nuovo contratto con Pfizer per la fornitura dei vaccini che saranno necessari per "rafforzare e prolungare l'immunità", le 1,8 miliardi di dosi previste nel periodo dal 2021 al 2023 dovranno essere prodotte in Europa, così come i componenti essenziali. 

Ad oggi in Europa sono state distribuite 126 milioni di dosi e vaccinate 100 milioni di persone con vistose differenze tra paese e paese come si vede in questi dati

vaccini europa-2

Le nuovi dosi di Pfizer per l'Italia

Le nuovi dosi di vaccino che saranno consegnate in aggiunta a quelle previste per il secondo trimestre arriveranno a partire da aprile e saranno distribuite sulla base della popolazione. Sulla base degli ultimi dati Eurostat e seguendo quanto è stato fino ad oggi portato avanti dall'Europa pertanto all'Italia spetteranno il 13,51% dei nuovi vaccini ovvero 6,7 milioni di dosi che potranno quindi aggiugersi alle 17 milioni di dosi già attese come riportato dalla scheda del piano vaccini. 

piano vaccinale italia-2

Secondo  il commissario straordinario all'emergenza Coronavirus Francesco Paolo Figliuolo le dosi in arrivo per l'Italia da Pfizer sono oltre 670mila a Aprile, due milioni e 150mila a Maggio, oltre 4 milioni a Giugno. "Finalmente una bella notizia" chiosa il commissario.

L'Ue si concentrerà sui vaccini a mRna

Una vittoria di BigPharma ancora più evidente con il clima di sfiducia che è calato sui vaccini a tecnologia classica come Astrazeneca e J&J per i rari effetti collaterali che potrebbero essere connessi alle iniezioni dei preparati basati su adenovirus. Come spiegato inoltre dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen per essere preparati al rischio delle varianti sarà necessario sviluppare vaccini che siano adattati "e ne avremo bisogno presto e in quantità sufficienti. Tenendo presente questo, dobbiamo concentrarci sulle tecnologie che hanno dimostrato il loro valore. I vaccini a mRNA sono un chiaro esempio calzante", ha detto, con un chiaro riferimento a quelli sviluppati da Pfizer-BioNTech e Moderna

Il nuovo contratto

Nei giorni scorsi, il premier bulgaro Boyko Borissov aveva anticipato la trattativa, lamentandosi però di un deciso aumento del prezzo per dose richiesto da Pfizer: dai 12 euro a dose che l'Ue starebbe pagando per le prime forniture, si passerebbe a 19,5 euro per ogni singola somministrazione. Un aumento di circa il 60%. Il vaccino Astrazeneca costa intorno ai 2,7 euro per dose (praticamente vende a prezzo di costo). Quello di Johnson&Johnson, stando a diverse fonti stampa, si aggirerebbe sui 7 euro.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vaccini Pfizer in arrivo ma a prezzo maggiorato

Today è in caricamento