rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
La sperimentazione

Nuove armi contro il Covid: arriva il vaccino con il cerotto

Servirà a formare un'immunità a lungo termine che eviti i booster stagionali, spiegano i ricercatori

In arrivo una nuova arma contro il Covid: il vaccino con il cerotto. La sperimentazione inizierà tra una settimana all'Unisanté di Losanna, in Svizzera, su 26 volontari sani che verranno seguiti dai ricercatori per circa sei mesi. Il nuovo dispositivo di ultima generazione, chiamato, vaccino PepGNP-Covid19, dovrà dimostrare di essere efficace contro tutte le varianti Covid, compresa l'Omicron altamente contagiosa. Il vaccino con il cerotto, sviluppato dal centro di ricerca medica inglese Emergex Vaccines, punta a fornire una protezione a lungo termine contro il virus. La sua entrata in commercio è prevista per il 2025. 

Come funziona

Inizialmente il vaccino PepGNP-Covid19 verrà somministrato con dei microaghi di meno di un millimetro per poi passare ad cerotto vero e proprio. Questo tipo di vaccino non funziona con l'Rna messaggero, ossia non induce l'immunità cellulare con la produzione di anticorpi ma si affida ai linfociti T per uccidere le cellule infette. In tal modo si previene la replicazione virale e la malattia e si riducono i sintomi e la trasmissibilità tra individui infetti e non infetti. Il vaccino in cerotto non sostituirà i vaccini attuali ma servirà a completare l'offerta vaccinale. Servirà a formare un'immunità a lungo termine che eviti i booster stagionali, spiegano i ricercatori. Il vaccino Emergex è stato progettato per essere somministrato attraverso la pelle utilizzando microaghi e per essere stabile a temperatura ambiente per oltre tre mesi, facilitando una distribuzione rapida ed efficiente in tutto il mondo e rendendo la somministrazione del vaccino più "amichevole" per il paziente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove armi contro il Covid: arriva il vaccino con il cerotto

Today è in caricamento