Mercoledì, 24 Febbraio 2021
Regno Unito

Via alla vaccinazione di massa: una novantenne la prima europea a ricevere il siero

È oggi il 'V-Day' per il Regno Unito: in lacrime il ministro della salute che ha assistito in diretta alla somministrazione del preparato anti Covid sviluppato da Pfizer e BioNTech alla nordirlandese Margaret Keenan

Margaret Keenan, 91 anni tra una settimana, riceve la prima dose del vaccino anti covid di Pfizer

È iniziata oggi la più grande di vaccinazione di massa mai realizzata: nel Regno Unito lo hanno già ribattezzato V-Day, il giorno del vaccino, nella speranza che come il D-Day segnò l'inizio della fine della seconda guerra mondiale, oggi si possa iniziare a mettere la parola fine ad una pandemia che nel mondo ha già fatto oltre 1,5 milioni di morti. 

Non è riuscito a trattenere le lacrimine il ministro britannico della Salute, Matt Hancock che durante un'intervista in diretta tv ha assistito alla vaccinazione della prima donna immunizzata contro il Covid-19 nel Regno Unito. "È stato un anno così duro per tutti e ora possiamo riprenderci le nostre vite", ha dichiarato Hancock, invitando la popolazione a continuare a rispettare le misure. Il ministro ha quindi auspicato che "diverse milioni" di persone ricevano il vaccino entro Natale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima dose della vaccinazione è stata riservata a Margaret Keenan, 91 anni la prossima settimana, che alle 6.45 si è presentata al centro anti covid di Coventry. La signora Keenan, originaria di Enniskillen in Irlanda del Nord, riceverà la seconda dose tra 3 settimane.

"Mi sento così privilegiata ad essere la prima persona vaccinata contro il Covid 19, è il miglior regalo di compleanno che potessi aspettarmi. Potrò passare del tempo con i miei familiari e con i miei amici nel nuovo anno, dopo aver passato da sola gran parte del 2020"

Il Regno Unito è il primo Paese europeo ad avviare la campagna di immunizzazione dopo aver approvato l'uso del vaccino sviluppato dalla società farmaceutica americana Pfizer e dalla tedesca BioNTech. Secondo i produttori è efficace al 95% e su tutte le categorie della popolazione.

Il primo lotto, importato dal Belgio, dove viene prodotto il farmaco, immunizzerà 400.000 persone - in questa prima fase - appartenenti alle fasce più vulnerabili della popolazione, a cominciare dagli over 80 e dal personale sanitario e delle case di cura. Il governo di Londra prevede di avere circa quattro milioni di dosi entro la fine dell'anno, su un totale di 40 milioni che ha commissionato al consorzio tedesco-americano.

Oggi sarà anche il turno dell'agenzia di controllo sui farmaci americana (Fda) a riunirsi per valutare l'uso emergenziale del vaccino della Pfizer. Se dovesse essere concessa, la distribuzione potrebbe iniziare nel giro di 24 ore. E l'Italia? L'agenzia europea per il farmaco Ema ha annunciato una decisione entro il 29 dicembre, occorre quindi aspettare anche perché il piano vaccini del commissario Arcuri è in ritardo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via alla vaccinazione di massa: una novantenne la prima europea a ricevere il siero

Today è in caricamento