Lunedì, 21 Giugno 2021
Buone notizie

Il vaccino Moderna potrebbe proteggere dal Covid-19 per ben due anni

"Il decadimento degli anticorpi ha un andamento molto lento" spiega l'amministratore delegato dell'azienda. Intanto l'Italia è diventato il primo Paese nell'Unione Europa per numero di vaccinazioni

Proprio ieri nel giorno dell'Epifania l'Agenzia europea del farmaco ha autorizzato un secondo vaccino attivo contro la Covid-19, si tratta di quello sviluppato dalla casa farmeceutica statunitense Moderna. Proprio come il vaccino Pfizer/BioNTech, anche il vaccino "mRNA1273" sfrutta la tecnologia a mRna per "addestrare" il sistema immunitario a riconoscere la proteina "spike" del coronavirus. Il vaccino ha dimostrato di essere molto efficace nel contrastare le infezioni da Sars-CoV 2 (il 94,5 per cento) e di inibire ogni forma grave della malattia con un'efficacia del 100 per cento. Una buona notizia anche perché l'Italia ha il diritto ad ottenere 10,768 milioni di dosi di cui 1,3 milioni nel primo trimestre 2021.

Le buone notizie - finalmente - non sono finite. Il prodotto sviluppato da Moderna dovrebbe proteggere contro il coronavirus fino a due anni, almeno secondo quanto riferito dall'amministratore delegato dell'azienda produttrice del farmaco: "Lo scenario da incubo descritto dai media in primavera sul rischio che i vaccini durassero solo un mese è escluso", ha spiegato Stéphane Bancel al quotidiano britannico The Guardian.

"Il decadimento degli anticorpi generati dal vaccino ha un andamento molto lento e quindi riteniamo che la protezione possa durare un paio d'anni". 

Intanto, nell'attesa che il nuovo vaccino sia disponibile anche in Italia (per l'ultima settimana di gennaio sono previste 100mila dosi), con oltre 320 mila somministrazioni finora effettuate il nostro Paese è diventato il primo Paese nell'Unione Europa per numero di vaccinazioni contro il Covid e all'ottavo posto nella classifica mondiale.

Ma quando partirà la vera e propria campagna vaccinale? L'attesa è per il vaccino di AstraZeneca e il vaccino J&J che dovrebbero essere disponibili nel secondo trimestre del 2021. Secondo il piano adottato dalla protezione civile che ha arruolato 14.808 medici, 3.980 infermieri e 408 assistenti sanitari, la campagna vaccinale vera e propria inizierà in primavera quando saranno pienamente operativi sia gli addetti al vaccino che necessità di una catena di freddo estrema (pfizer) sia per quelli dei vaccini Moderna, J&J e Astrazeneca.

 piano vaccini italia-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vaccino Moderna potrebbe proteggere dal Covid-19 per ben due anni

Today è in caricamento