Martedì, 2 Marzo 2021

"Vi spiego perché il vaccino Pfizer-BioNTech può mettere fine alla pandemia di coronavirus"

L'ottimismo di Uğur Şahin, scienziato e Ceo della società tedesca che sta conducendo la sperimentazione: "Può colpire il virus in testa". Ma per Anthony Fauci "la strada è ancora lunga"

Foto EPA/BIONTECH SE via ANSA

Il vaccino sviluppato dalla società tedesca BioNTech e dal gigante farmaceutico statunitense Pfizer è in grado di “sconfiggere il virus”. Lo dice al Guardian uno degli scienziati che ha contribuito allo sviluppo del candidato vaccino, U?ur ?ahin, amministratore delegato di BioNTech. Nonostante le cautele di molti altri virologi e scienziati, ?ahin si dice molto ottimista sulla possibilità di dare il colpo di grazia al virus. "Se la domanda è se con questo vaccino è possibile mettere fine alla pandemia la risposta è: sì", anche perché - aggiunge - se anche il vaccino dovesse proteggere solo le persone sintomatiche avrebbe comunque "un effetto drammatico" sull’epidemia. 

Vaccino Pfizer-BioNTech: perché può sconfiggere il virus

Secondo ?ahin, il vaccino Pfizer-BioNTech è in grado di aggredire il coronavirus su più fronti. Da un lato, "impedisce a Covid-19 di entrare nelle nostre cellule" e se anche il virus dovesse superare questa prima barriera, i linfociti T lo "colpirerebbero in testa". "Abbiamo allenato molto bene il sistema immunitario per perfezionare queste due mosse difensive – ha detto ancora ?ahin. Ora sappiamo che il virus non può difendersi da questi meccanismi".

Tutto quello che ancora non sappiamo sul vaccino Pfizer-BioNTech

Certo, quello del Ceo di BioNTech è un’opinione di parte. Altri scienziati sono più cauti. Del resto, sono ancora molte le cose che non sappiamo sul vaccino Pfizer-BioNTech che benché, stando ai primi dati, si è riveato efficace nel 90% dei casi non ha ancora concluso la fase 3. Il campione per ora è limitato. Il tempo trascorso dall’inizio dello studio è poco. Non ci sono dati specifici sulle persone anziane (le più a rischio). Infine, i partecipanti inoltre sono stati testati solo se hanno sviluppato sintomi, dunque non si sa se tra le persone vaccinate siano presenti asintomatici.

Nel suo colloquio con il Guardian, ?ahin  ha ammesso che per sapere con certezza se il vaccino sarà efficace anche sugli asintomatici potrebbe volerci anche un anno, mentre per quanto riguarda la durata dell’immunità, "finora abbiamo solo indizi indiretti", tuttavia - tenuto conto di quanto emerso dalle ricerche sui pazienti Covid - il Ceo di BioNTech ipotizza che la risposta immunitaria potrebbe durare circa un anno. Ciò vorrà dire che per tenere sotto controllo la pandemia, ogni 12 mesi bisognerà  sottoporsi al vaccino. 

ceo biontech ansa-2

Vaccino Pfizer-BioNTech: da Fauci a Viola, c'è ottimismo ma prevale la cautela

Anthony Fauci, l’immunologo a capo della task force contro Covid-19 negli Stati Uniti, è ottimista. Per Fauci “la cavalleria sta arrivando”. "Abbiamo con evidenza un vaccino all'orizzonte che sarà molto efficace e presto sarà utilizzato".  Tuttavia, "bisogna avere pazienza e nel frattempo continuare con le misure di contenimento, anzi aumentarle, perché la strada è ancora lunga”.  Fauci è però pessimista sulla possibilità di sconfiggere definitivamente la pandemia. A suo giusizio “i vaccini non faranno scomparire il virus del Covid-19, anzi dubito che vi riusciremo mai". Per questo Covid-19 "sarà qualcosa che dovremmo controllare costantemente”. 

Cristina Cassetti, una delle figure chiave nel Niaid, l'Istituto di ricerca sulle allergie e le malattie infettive con sede a Washington, guidato proprio da Fauci, è piuttosto cauta.  L'annuncio dei risultati del vaccino anti-Covid di Pfizer è una notizia "molto incoraggiante – ha detto al “Corriere della Sera” - e anche altre aziende farmaceutiche sono sulla strada buona: verso la fine del 2021 potremmo tornare a una sembianza di normalità". Però "calma, ci sono ancora molte cose da studiare. Per esempio l'effetto del vaccino sulle infezioni asintomatiche".

Per Antonella Viola, immunologa dell'Università di Padova, sul vaccino Pfizer e i risultati dell'efficacia annunciati dall'azienda "serve cautela, perché molte cose non le sappiamo ancora e dobbiamo aspettare le conclusioni degli studi di fase 3. Ad esempio, non sappiamo se protegge dal Covid severo e non conosciamo cosa accade negli asintomatici". 

"Conosciamo i risultati dell'efficacia di questo vaccino nel generare una risposta efficace del sistema immunitario – ha aggiunto - È molto alta perché siamo al 90%, la soglia dell'Fda per approvare i vaccini è una efficacia del 50%. Quindi – ha osservato Viola - abbiamo un dato molto elevato che, anche in caso scendesse alla fine della sperimentazione, al 70% sarebbe comunque molto alto. Però – ha concluso - ad oggi questi studi noi non li abbiamo in mano, ci fidiamo di quello che ci è stato comunicato dall'azienda".

Vaccino, Arcuri: "Prime dosi di vaccino in Italia a fine gennaio"

Intanto ieri il commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri, ha annunciato importanti novità sul piano vaccinale nel nostro paese. "Contiamo di poter vaccinare i primi italiani alla fine di gennaio. Un milione e 700mila nostri cittadini". Il vaccino  dunque "non sarà disponibile da domani né da subito per tutti", ha specificato Arcuri, aggiungendo: "Dobbiamo fare molto in fretta a individuare le prime categorie a cui somministrare il vaccino e lo faremo in funzione della loro esposizione al virus e in funzione della loro fragilità". Priorità ad anziani e alle persone che lavorano negli ospedali, mentre la distribuzione non sarà su base regionale, ha detto Arcuri, ma "il governo ha deciso che ci sia una centralizzazione del meccanismo", individuando le categorie di cittadini per i quali sarà necessario averlo prima. "Non serve avere il vaccino in un luogo A piuttosto che in un luogo B", ha aggiunto. "Confidiamo di avere il target delle prime persone da vaccinare e su questo aspettiamo il piano del ministero". Già da ieri, ha detto Arcuri, "stiamo organizzando la prima tornata, ma anche le successive". Il vaccino sarà somministrato "da chi ha uno skilll professionale adeguato", ha assicurato il commissario.

(in alto: Ugur Safin. Foto EPA)

Quando potremo toglierci le mascherine?

La curva del virus sta davvero frenando?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi spiego perché il vaccino Pfizer-BioNTech può mettere fine alla pandemia di coronavirus"

Today è in caricamento