Martedì, 2 Marzo 2021
Quando finirà?

A settembre 2021 una gran parte degli italiani potrà essere vaccinata contro il Covid

Per ora il vaccino non sarà obbligatorio, ma come confermato dal commissario all'emergenza coronavirus Domenico Arcuri si lavora all'ipotesi di un patentino di immunità

Il commissario all'emergenza Covid Domenico Arcuri

C'è una data forse per il fine pandemia: è settembre 2021 il mese in cui la parola Dpcm non farà più paura e lentamente l'Italia potrà uscire da un incubo iniziato nel febbraio scorso. È il commissario all'emergenza Covid Domenico Arcuri a pronunciare quello che è ancora, a tutti gli effetti, soltato un auspicio: "Una parte importante della popolazione potrà vaccinarsi dal Covid-19 nel primo semestre o entro il terzo trimestre del 2021".

Il piano vaccini attualmente prende in considerazione l'unico che sarà presto disponibile, quello di Pfizer di cui in Italia arriveranno nella seconda parte di gennaio 3,4 milioni di dosi che saranno utili a vaccinare 1,7 milioni di persone entro fine gennaio. Esposizione al rischio e fragilità saranno i parametri per stabilire i primi che avranno bisogno del siero. Arcuri ha chiarito che altri vaccini "non arriveranno in un tempo ravvicinato". 

"Il mio auspicio, che è qualcosa di più che un auspicio, è che nel corso del 2021 la somministrazione del vaccino avvenga su larga scala. Sulla base di previsioni non ancora validate una parte importante della popolazione entro il terzo trimestre 2020 sarà vaccinata".

Tuttavia resta un interrogativo: Quanti italiani vorranno fare il vaccino? Secondo i primi sondaggi sul tema uno su sei avrebbe manifestato l'intenzione di non vaccinarsi contro un cospicuo 37% che vorrebbe farlo il prima possibile. La restante parte intende prima aspettare per fugare i dubbi riguardo i possibili effetti. Un problema che renderebbe difficile ottenere una immunità di gregge. Ad ogni modo lo stesso commissario per l'emergenza coronavirus ha spiegato che "per ora il vaccino non sarà obbligatorio", tuttavia si lavora sull'ipotesi di un patentino di immunità per chi farà il vaccino anti-Covid.

"Stiamo progettando una piattaforma informatica che consentirà di gestire la verifica della somministrazione per sapere come si chiamano le persone che hanno fatto il vaccino e dove lo hanno fatto. Quanto al patentino di immunità sarà il ministero della Salute a stabilire le modalità in cui verrà implementato.

Dovremo mettere per sempre le mascherine?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A settembre 2021 una gran parte degli italiani potrà essere vaccinata contro il Covid

Today è in caricamento