rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
verso la decisione

Il vaiolo delle scimmie potrebbe diventare un'emergenza sanitaria internazionale

Al momento non è prevista una vaccinazione di massa contro la malattia

Lo spettro dell'emergenza sanitaria internazionale incombe nuovamente sul mondo intero, dopo la parentesi - ancora non chiusa - del Covid-19. Il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso di un briefing dell'organizzazione, ha comunicato l'intenzione di convocare il Comitato di Emergenza la prossima settimana, il 23 giugno, per valutare se il focolaio di vaiolo rappresenti un'emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale.

La decisione del numero uno dell'Oms arriva proprio perché il focolaio di vaiolo delle scimmie viene considerato "insolito e preoccupante". La situazione richiede quindi una risposta coordinata a causa della diffusione della malattia nel mondo, è la sintesi del pensiero del direttore generale dell'Oms.

L'Oms sta anche lavorando con partner ed esperti di tutto il mondo per cambiare il nome del vaiolo delle scimmie, ha fatto sapere direttore generale, e in merito sarà fatto un annuncio sul nuovo nome "il prima possibile".

Al momento, ha chiarito il numero uno dell'Oms, non è prevista una vaccinazione di massa contro il vaiolo delle scimmie. Benché i vaccini anti-Monkeypox virus forniscano una certa protezione contro l'infezione, i dati clinici sono limitati, come pure è limitata l'offerta di prodotti.

Pertanto, "qualsiasi decisione sull'opportunità di utilizzare vaccini contro il vaiolo delle scimmie dovrebbe essere presa insieme dalle persone potenzialmente a rischio e dai sanitari che li assistono, caso per caso sulla base di una valutazione rischi-benefici, ha detto il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, riassumendo il contenuto delle Linee guida provvisorie pubblicate oggi dall'agenzia ginevrina in materia di immunizzazione anti-Monkeypox.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vaiolo delle scimmie potrebbe diventare un'emergenza sanitaria internazionale

Today è in caricamento