Sabato, 16 Ottobre 2021
Decidono i genitori / Verbano-Cusio-Ossola

Niente multa ma lavori socialmente utili per i minori beccati senza mascherine

Succede a Verbania. "Una scelta per stimolare l'assunzione di responsabilità da parte dei giovani" spiegano dal Comune piemontese. A decidere se pagare la sanzione o aderire all'interessante progetto sociale saranno i genitori dei ragazzi

Il ragionamento è stato semplice: c'è qualcosa di più efficace e istruttivo di una mera multa per capire l'importanza delle norme e delle restrizioni anti-Covid? La risposta a Verbania, nel Piemonte più settentrionale, è stata sì. E tanti altri potrebbero prendere esempio. Niente multa, ma un percorso educativo e alcuni lavori socialmente utili per i giovani che negli scorsi giorni sono stati fermati in città dalla polizia municipale per assembramenti o perché non indossavano la mascherina.

Verbania, lavori socialmente utili per i minori senza mascherina

"Una scelta per stimolare l'assunzione di responsabilità da parte dei giovani, attraverso una loro riflessione incentrata sulle possibili conseguenze di comportamenti non rispettosi delle norme di sicurezza per se e per gli altri", fa saperei ai giornali locali l'assessore comunale alle Politiche sociali, Marinella Franzetti. La delibera che trasforma le contravvenzioni in un vero e proprio progetto di recupero è stata firmata dal sindaco, Silvia Marchionini. "Abbiamo pensato che provare ad educare, al di là della punizione, sia la scelta più giusta per ragazzi minorenni". 

Saranno i genitori a decidere se pagare o meno la multa

La volontà è quella di far capire l'importanza del distanziamento sociale e della mascherina su naso e bocca. I lavori socialmente utili non saranno obbligatori. A decidere se pagare la multa o aderire al progetto sociale saranno i genitori dei ragazzi beccati senza mascherina dalla polizia municipale. Il progetto, in caso di adesione, prevede una serie di incontri ai quali i minorenni dovranno partecipare.

Gli incontri saranno con il direttore del Reparto di malattie infettive dell'azienda sanitaria local, un altro con la polizia municipale su lockdown, assembramenti e rispetto delle regole, un altro ancora con l'avvocato comunale sul tema convivenza civile. Una bella idea, perché resti qualcosa in più di una multa da pagare nel ricordo dei più giovani di questo periodo così complesso.

Che cosa faranno i ragazzi in concreto? Tra i lavori socialmente utili ci sono la consegna dei buoni pasto e della spesa alle famiglie in difficoltà, ma anche attività pratiche al centro diurno del Comune e in collaborazione con il Consorzio servizi sociali.

Il nuovo Dpcm 3 dicembre: il Natale 2020 solo tra conviventi e le scappatoie per fidanzati e nonni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente multa ma lavori socialmente utili per i minori beccati senza mascherine

Today è in caricamento