rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Lo speciale

Donne vittime di violenza, come chiedere aiuto

Chi subisce abusi, violenze, stalking, ha a disposizione più mezzi per ricevere supporto. Quali sono e come fare

Nel 2022 sono state uccise 104 donne in Italia, la metà dal compagno o dall'ex. Chi è vittima di violenza può chiedere aiuto. Fermare la spirale di odio e soprusi in cui sono cadute è possibile, che sia violenza fisica o psicologica. Cosa possono fare le donne vittime di violenza. 

Si può chiamare il 112:

  • in caso di aggressione fisica o minaccia di aggressione fisica;
  •  se si è vittima di violenza psicologica; 
  • se si sta fuggendo con i figli (eviti in questo modo una denuncia per sottrazione di minori); 
  • se il maltrattante ha armi.1522-3

In tre mesi 12.270 chiamate al numero antiviolenza e stalking 1522

Si può chiamare il numero antiviolenza e anti stalking 1522, promosso dalla presidenza del Consiglio dei ministri – dipartimento per le Pari opportunità e gestito dall’associazione Differenza Donna. Nei primi tre mesi del 2022 sono state 12.270 le chiamate arrivate al 1522.

Il numero 1522 è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un’accoglienza disponibile in undici lingue. A chi chiama viene garantito il totale anonimato. 

È possibile anche parlare in chat con un'operatrice sia da App sia dal sito ufficiale del numero anti violenza e anti stalking 1522

"Le donne con il 1522 hanno uno strumento per uscire dalla spirale di violenza. Hanno bisogno di avere qualcuno a cui raccontare cosa accade, sapere che c'è un'alternativa. Il 1522 la offre.L'autodeterminazione è fondamentale. Le operatrici oltre a valutare il rischio, fanno conoscere alle donne i loro diritti, quali strade possono intraprendere. I passi compiuti dalle donne dopo una prima richiesta di aiuto devono essere consapevoli", spiega Elisa Ercoli, presidente di Differenza Donna.

C'è l'App YouPol realizzata dalla polizia per segnalare episodi di spaccio e bullismo ed è stata estesa anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche.

Si può chiedere aiuto ai pronto soccorso, soprattutto se si ha bisogno di cure mediche immediate. Gli operatori sociosanitari oltre a fornire le cure necessarie, sapranno indirizzare la persona vittima di violenza verso un percorso di uscita dalla violenza.

Ci sono poi consultori e centri antiviolenza.

Gli orfani speciali: vittime dimenticate dei femminicidi

"Papà ha ucciso mamma e nonna, la mia vita da orfana di femminicidio"

Donne vittime di violenza, come chiedere aiuto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne vittime di violenza, come chiedere aiuto

Today è in caricamento