Venerdì, 14 Maggio 2021
Le nuove misure

La zona rossa rafforzata in Puglia

Il governatore Michele Emiliano ha parlato di questa nuova ipotesi: "Valutiamo misure più restrittive, ieri abbiamo avuto il massimo picco pandemico. Bisogna sfruttare di più lo smart working"

Michele Emiliano

Per la Puglia c'è l'ipotesi di una zona rossa rafforzata. Ne ha parlato oggi il governatore Michele Emiliano: "Stiamo ragionando sull'ipotesi di stringere ulteriormente le misure rispetto a quelle previste dal governo nella zona rossa". La regione Puglia si trova nella fascia di rischio più elevata da lunedì scorso, 15 marzo, per effetto dell'ultima ordinanza restrittiva del ministro della Salute Roberto Speranza. E dovrà comunque restarci almeno per un'altra settimana, fino al prossimo 28 marzo, dato che il provvedimento ha validità di 15 giorni.

La zona rossa rafforzata in Puglia: cosa ha detto Emiliano

Ma c'è il rischio di ulteriori provvedimenti restrittivi. Commentando i dati sui contagi a livello regionale, Emiliano ha spiegato che nonostante la zona rossa non si stia "ancora utilizzando tutti fino in fondo per tutte le aziende e per tutte le pubbliche amministrazioni lo smart working. Ieri abbiamo avuto il massimo piccolo pandemico della storia pugliese, più di 2mila. Fino a luglio avevamo avuto non più di 2.000-2.500 contagiati in tutto, oggi li abbiamo in un solo giorno".

E ancora: "Tutte le volte che si può abbassare il rischio epidemico utilizzando tecnologie, certo non paragonabili alla presenza, nel pieno di una situazione di grande pericolo come quella che stiamo vivendo in questo momento, i poteri delle regioni non possono che essere usati obbligando tutti all'utilizzo di quelle tecnologie, salvaguardando il diritto alla salute individuale e collettivo".

Oggi in Puglia sono stati individuati 1785 nuovi casi covid su 11636 test eseguiti, pari al 15,34% del totale dei tamponi: è quanto afferma il bollettino epidemiologico regionale per il 19 marzo 2021. Nel dettaglio si segnalano 652 nuovi casi in provincia di Bari, 154 in provincia di Brindisi, 147 nella Bat, 270 in provincia di Foggia, 239 in provincia di Lecce, 315 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 7 casi di provincia di residenza non nota. Il valore in percentuale dei tamponi positivi è sostanzialmente simile a quello di 7 giorni fa quando il tasso era al 15,29% su un numero sostanzialmente simile di test.

Registrati 27 nuovi decessi: 10 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 6 nella Bat, 2 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. I ricoveri salgono a 1844 (+43 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.742.669 test. Ad oggi sono 127.409 i pazienti guariti mentre 41.170 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi covid in Puglia è di 173.000, così suddivisi: 67.667 nella provincia di Bari. 17.431 nella Bat, 12.529 nella provincia di Brindisi, 32.919 nella provincia di Foggia, 15.509 nella provincia di Lecce, 26.039 nella provincia di Taranto, 642 attribuiti a residenti fuori regione, 264 con provincia di residenza non nota.

Il nuovo monitoraggio dell'Iss: le regioni che rischiano la zona rossa e quelle che sperano di tornare in arancione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La zona rossa rafforzata in Puglia

Today è in caricamento