Domenica, 20 Giugno 2021
Alimentazione

Attacchi di fame: ecco perché arrivano e come si contengono

Mentre si è a lavoro, in macchina o per strada: ogni momento è buono per essere colpiti dal fatidico 'languorino' che può essere tenuto a bada ricorrendo a qualche stratagemma

“Non ci vedo più dalla fame” recita il leit motiv di una nota pubblicità di merendine per indicare il momento della giornata in cui il famoso ‘languorino’ assedia lo stomaco e chiede con insistenza di essere soddisfatto con qualsiasi sostanza si dica commestibile.

Noia, tristezza, nervosismo e preoccupazioni possono essere i motivi scatenanti del desiderio goloso che, quando soddisfatto abitualmente, ricade sulla bilancia con tutti i sensi di colpa che ne conseguono e perciò sapere quali possono essere le situazioni più vulnerabili dal punto di vista 'famelico' potrebbe essere un buon modo per prevenirli in anticipo.

Il sito Elite Daily ha quindi stilato la classifica dei momenti in cui più spesso si sente il bisogno di uno snack per placare il brontolio allo stomaco che, dal posto di lavoro al supermercato, può influenzare la corretta alimentazione.

1- Durante una riunione di lavoro. 
2- In macchina, nel traffico della città.
3- Seduti alla scrivania con poca voglia di lavorare.
4- Al supermercato, quando le tentazioni sono a portata di mano.
5- Tra un appuntamento e l'altro durante il pomeriggio.
6- Al bar bevendo alcolici.
7- Quando si è in procinto di prendere una difficile decisione.
8- Se si sa di avere con sé uno snack pronto da mangiare.

In tutte queste situazioni, allora, è utile avere a disposizione o comunque contemplare una serie di rimedi 'spezza fame' utili per non cedere alla tentazione di trangugiare di tutto: 
- Snack salato. Un paio di cracker integrali, non salati in superficie, due carote crude o un piccolo frutto oppure una fetta di prosciutto o un pezzo di parmigiano.

- Chewing gum. Mettere per un quarto d'ora un sotto i denti una gomma americana tiene a bada lo stimolo della fame. 

- ‘Regola dei venti minuti’. Se il languorino è di tipo nervoso, meglio trattenersi: com’è arrivato, così passerà in una ventina di minuti.

- Lavarsi i denti. Ricorrere allo spazzolino da denti è un trucco geniale: il sapore di dentifricio fa passare la voglia di mangiucchiare.

- Camminare. All'arrivo dell’attacco di fame andare a fare due passi, se si può: il senso di fame si attenuerà con una camminata a paso svelto di un quarto d'ora.

- Dispensa ‘attrezzata’. Fare in modo di avere sempre in casa qualche cibo poco calorico da mandar giù mentre si cucina come finocchi, pomodorini, cetrioli, carote, sedano.

- Integratori. Quelli a base di fibra alimentare possono aiutare a sentire meno l'effetto dell'appetito, ma solo se associati a una dieta ipocalorica. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacchi di fame: ecco perché arrivano e come si contengono

Today è in caricamento