Giovedì, 17 Giugno 2021
Alimentazione Vicenza

Tonde, rosse e succose: ecco il segreto delle ciliegie

Dolci e succose, le ciliegie, piccoli frutti succulenti, sorprendono per le proprietà nutrizionali, tutte benefiche per la salute

Le ciliegie sono composte prevalentemente di acqua, minerali e vitamine. A discapito di ciò che si può pensare, non sono per nulla caloriche, gli zuccheri che contengono, di fatto, sono a basso indice glicemico, tanto che nelle diete dimagranti, sono consentite. 
In 100gr di ciliegie ci sono 38kcal, dodici ciliegie quindi per soddisfare il palato, ma attenzione a non esagerare. Il detto “una tira l’altra” è confermato anche da chi, durante la raccolta, ne approfitta per farsi una scorpacciata, salvo poi scoprire la sera, quanto siano diuretiche e lassative. 

A che cosa fanno bene si chiedono gli estimatori? Per dare risposta a questa domanda sarebbe più facile confutarla al negativo, ma dal lungo elenco scegliamo i benefici, meno scontati, che apportano ad un buon sonno, all’artrite, al colesterolo e alla pelle. E’ un frutto versatile, di questo frutto non si butta via niente, neppure i noccioli che tostati hanno un potere terapeutico riconosciuto in tutto il mondo. In commercio li troviamo all’interno di piccoli cuscini, che posti nel micro-onde o nel forno si scaldano, rendendo il cuscino termico. Lo si appoggia sul collo per alleviare i dolori cervicali, sulla pancia per i dolori addominali o in altre parti del corpo, quelle che necessitano di una conduzione termica a rilascio graduale. 
Per la scelta dell’acquisto è preferibile consumare il prodotto a chilometro zero. 

Nella provincia di Vicenza, precisamente a Marostica, Chiampo, Castegnero e Mason Vicentino la coltivazione del ciliegio risale al medioevo ed è diventata una vera e propria attività commerciale, già a partire dalla metà del Novecento. Durante il periodo di fioritura il ciliegio regala uno spettacolo che lascia senza fiato, la sua chioma si riempie di fiori rosa che emanano un profumo intenso, le vallate sono punteggiate da macchie di colore che in contrasto con il verde della pianura diventano un quadro impressionista, non pochi pittori vicentini ne hanno fatto capolavori di pittura. 
I fiori raccolti sono la base per profumi e creme per il corpo. Sfruttando le proprietà nutritive e l’intensa profumazione i produttori di cosmetici preparano unguenti e nutrienti creme con risultati benefici per la pelle.  

Vanto tutto vicentino è la Durona di Chiampo incoronata la ciliegia più buona d’Italia. L’oro rosso, così viene anche chiamata la ciliegia, di Sergio Nardi, ha sbaragliato lo scorso anno, al concorso nazionale tenutosi a Napoli,  le migliori varietà cerasicole del Paese.  
Altro prezioso  contributo viene dalla ciliegia marosticense, riconosciuta IGP, la prima in Italia ad aver ottenuto questa certificazione. 

E’ tempo quindi di ciliegia e tra i vari piatti proposti dalla ristorazione vicentina vi consigliamo l’Insalata Palladio, facile da preparare e di sicuro effetto per i vostri commensali.

Di seguito vi suggeriamo la ricetta:

Ingredienti per 4 persone
Gr. 150 farro perlato già cotto
6 pomodorini tagliati
Gr. 50 cavolo rosso
8-12 Ciliegie di Marostica I.G.P. con picciolo
7 gamberetti
1/2 cucchiaio di olio extra vergine di oliva Dop colli Berici
Gr. 5 sale
un pizzico Blu di Persia

Preparazione
Scolare il farro dal barattolo e lavarlo.
Lavare e pulire i pomodorini, il cavolo rosso e il basilico.
Tagliate i pomodorini in 4 spicchi.
Tagliare il cavolo rosso a striscioline di 1/2 cm.
Aggiungere le ciliegie di Marostica I.G.P.
Scolare i gamberetti e lavarli.
Aggiungere tutti gli ingredienti indicati, mescolare e condire con un filo di olio extra vergine di oliva colli Berici Dop.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tonde, rosse e succose: ecco il segreto delle ciliegie

Today è in caricamento