Sabato, 24 Luglio 2021
Alimentazione

Dall'alimentazione sana al movimento: le regole per prevenire il sovrappeso

L'obesità predispone un individuo a diverse patologie, anche gravi. Ecco perché i chili di troppo vanno combattuti fin da piccoli. Scopriamo alcune regole da seguire per costruire uno stile di vita sano e attivo

Il termine sovrappeso indica generalmente un moderato eccesso di peso corporeo rispetto agli standard fissati dall'Organizzazione mondiale della sanità. Tale condizione è estesa a molte fasce della popolazione, specialmente quelle in cui l'approvvigionamento del cibo è eccessivo e lo stile di vita troppo sedentario. La condizione di sovrappeso non va trascurata se è elevata, in quanto costituisce un chiaro campanello d'allarme, poiché i soggetti con un sovrappeso importante, se non controllano la loro alimentazione e il loro stile di vita, sono ad alto rischio di obesità.

Sovrappeso e obesità

L'obesità è causata da una discrepanza cronica tra l’energia calorica assunta e quella consumata: si mangia troppo o si assumono cibi troppo calorici rispetto a quanto richiesto dal proprio metabolismo corporeo. L'obesità grave è riconducibile ad un insieme di concause: scarsa educazione alimentare, predisposizione genetica, stile di vita troppo sedentario, status socio-economico, quantità e qualità del sonno.

È vero, un corpo sano ha certamente bisogno di un minimo importo di grassi per il corretto funzionamento del sistema ormonale, riproduttivo e immunitario, ma l'accumulazione di troppe riserve di grasso può compromettere i movimenti e la flessibilità e altresì alterare la forma del corpo e la salute. Mentre gli effetti negativi dell'obesità sono accettati nella comunità medica, le implicazioni sulla salute del semplice sovrappeso sono più controverse. L'idea generalmente accettata è che il sovrappeso inizi a causare problemi di salute solo quando si avvicina all'obesità, si stima infatti che il rischio di morte aumenti dal 20 al 40% per le persone obese. Il Framingham Heart Study ha scoperto che essere obeso all'età di 40 anni riduce l'aspettativa della propria vita di circa 5 anni. Da non dimenticare, poi, che anche il benessere psicologico è a rischio negli individui in forte sovrappeso. Le reali cause del sovrappeso sono da ascriversi a due motivazioni principali: l'iperalimentazione (o alimentazione ipercalorica) e l'ipometabolismo.

Le ultime stime dell'Oms - si legge su Tgcom24 - rivelano che sono sovrappeso oppure obesi il 50% degli adulti e il 30% dei bambini e adolescenti del Pianeta. In Italia sono 18 milioni gli adulti in sovrappeso (35,5%) e 5 milioni quelli obesi, ovvero una persona su dieci. Inoltre, 3 bambini su 10 (29,8%) sono in sovrappeso e fra questi 1 è obeso (9,4%).

I pericoli dell'obesità

L'obesità predispone a patologie allergiche e, riducendo la sorveglianza immunitaria, aumenta il rischio di cancro e quintuplica la possibilità di sviluppare il diabete. Sovrappeso e obesità favoriscono, inoltre, l’insorgenza di malattie neurodegenerative, quali l’Alzheimer. I chili di troppo vanno quindi combattuti fin da piccoli e ci sono alcune regole da seguire, per costruire uno stile di vita sano e attivo.

Le regole per prevenire il sovrappeso

Ecco alcune regole per uno stile di vita sano:

  1. prediligere un'alimentazione a base vegetale e di pesce.
  2. Mangiare meglio, non più o meno. Quindi evitare cibi eccessivamente lavorati, confezionati e, ovviamente, i junk food.
  3. Evitare gli zuccheri semplici e i grassi saturi.
  4. Fare quattro pasti al giorno facendo attenzione alle porzioni (colazione, pranzo, spuntino, cena).
  5. Consumare alimenti ricchi di fibre.
  6. Limitare il sale.
  7. Evitare la sedentarietà: se lo sport non fa per voi, fate almeno una passeggiata al giorno.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'alimentazione sana al movimento: le regole per prevenire il sovrappeso

Today è in caricamento