Sabato, 10 Aprile 2021

Tumore al seno, un'alimentazione sana protegge da ricadute

Secondo uno studio durato 4 anni, le donne che conducono uno stile di vita sano e hanno un'alimentazione corretta, sono meno soggette a recidive e nuove metastasi nel caso di pregresso tumore alla mammella

Un’alimentazione corretta riduce il rischio di sviluppare metastasi e recidive nelle donne operate di tumore alla mammella. A sostenerlo il progetto “Diana 5”, uno studio coordinato dai ricercatori dell’Int (Istituto nazionale dei tumori) nel Campus Cascina Rosa. 

La ricerca, ha previsto un’osservazione attenta che ha avuto inizio nel 2008, è giunta alla conclusione che un’alimentazione a base di cereali integrali, legumi, verdura, frutta e semi oleosi, e povera di cereali raffinati, zuccheri, carni rosse e conservate, protegge le donne che hanno subito questo tipo di intervento a causa di un tumore al seno. Oltre ad una dieta corretta, è risultato utile anche uno stile di vita più attivo e sano. Una camminata a passo veloce di 30 minuti al giorno è consigliata.


Il progetto “Diana 5” è stato finanziato dal ministero della Salute e dall’Associazione per la ricerca contro il cancro (Airc), e si è concluso nel 2012. Le donne coinvolte nell’osservazione sono state 2.353, e fra loro 1.672 avevano un alto rischio endocrino-metabolico di incorrere in recidive. Anna Villarini, biologa e nutrizionista dell’Int, ha affermato a tal proposito: “Dalle nostre prime analisi emerge che la presenza di sindrome metabolica si associ a una prognosi peggiore e che la sua presenza è influenzata dal nostro modo di mangiare e dall’attività fisica".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore al seno, un'alimentazione sana protegge da ricadute

Today è in caricamento