Mercoledì, 12 Maggio 2021

Come funziona la dieta della California: benefici e controindicazioni

La dieta della California è un particolare regime alimentare che arriva dagli Stati Uniti, molto in voga tra i vip, che promette di far dimagrire in soli tre giorni. Scopriamola

Foto d'archivio

Una dieta che promette grandi risultati in pocchissimi tempo: solo tre giorni. Stiamo parlando della dieta California, un particolare regime alimentare che arriva dagli Stati Uniti, molto in voga tra i vip, che promette di far dimagrire drasticamente, anche un kg al giorno, aiutando a sgonfiare l’addome, oltre ad avere diversi effetti benefici sul nostro fisico. Scopriamo nel dettaglio in cosa consiste e quanto realmente è efficace.

Dieta della California: cos'è

La dieta della California è abbastanza rigida da seguire, proprio per questo motivo è sconsigliato seguirla per più di tre giorni. I benefici derivati da questo regime alimentare sono molteplici e adatti soprattutto a chi soffre di gonfiore, infatti, non permette solamente di perdere peso in modo semplice, ma di migliorare il nostro aspetto fisico grazie alla sua azione drenante.

In cosa consiste

Basata principalmente sul consumo di frutta e verdura, la dieta della California è molto restrittiva: nel dettaglio è prevista la rotazione di pochi alimenti ed è anche per questo motivo che è un regime alimentare non adatto a tutti, in particolare è vietato a chi soffre di diabete e di sindrome da colon irritabile. Un regime alimentare che aiuta l’organismo a liberarsi dei liquidi in eccesso, limitando così la ritenzione idrica. La perdita di peso immediata è dunque costituita essenzialmente dalla perdita di liquidi, di conseguenza per non riprendere altrettanto in fretta i kg persi e cadere nel tanto temuto effetto yo-yo, è pur sempre consigliato seguire dopo di essa un’alimentazione sana ed equilibrata.

Cosa mangiare durante la giornata

Durante la dieta della California è consigliato bere molta acqua e usare solo frutta e verdura di stagione, possibilmente fresca. I pasti durante la giornata sono tre. Ma cosa consumare? Ecco un esempio di menù:

  • giorno 1: per colazione una caffè senza zucchero e un centrifugato di banana e mela; a pranzo un'insalata con un cucchiaino di olio EVO e macedonia di frutta con ananas, pesca e melone. Infine, per cena, uno yogurt alla frutta.

  • Giorno 2: per colazione fragole e albicocche; a pranzo un frullato con yogurt magro, mela e banana; per cena della verdura a foglia larga cotta e una fetta di cocomero.

  • Giorno 3: per colazione thè verde senza zucchero e un kiwi; a pranzo una porzione di melone e un quadratino di cioccolato fondente; infine a cena un'insalata di finocchi con arancia.

Controindicazioni

Ricordiamo che ogni dieta dovrebbe soddisfare il fabbisogno energetico giornaliero di ogni singola persona che varia rispetto a peso età, sesso, particolari esigenze fisiologiche come l'accrescimento, sviluppo, gravidanza, allattamento e soprattutto dal proprio metabolismo basale, dall'attività fisica svolta e dalla termogenesi indotta dalla dieta. Una dieta sana ed equilibrata dovrebbe contenere tutti i nutrienti necessari al benessere e al corretto funzionamento del nostro organismo. La dieta della California è molto rigida ed è per questo che è sconsigliato seguirla per più di tre giorni. Inoltre, non è adatta ai soggetti diabetici. Per questo consigliamo sempre di rivolgersi ad un medico o ad un nutrizionista prima di iniziarla.

Dimagrire in modo sano: l'importanza dei micronutrienti

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come funziona la dieta della California: benefici e controindicazioni

Today è in caricamento