Venerdì, 14 Maggio 2021

Vino rosso, agnello e formaggio: la dieta che mantiene giovane il cervello

Bastano vino rosso, agnello e formaggio: ecco cosa prevede la nuova dieta che - secondo alcuni ricercatori - favorisce il benessere e mantiene sano e giovane il nostro sistema cognitivo

Foto d'archivio

Una nuova dieta per il cervello sta destando scalpore in tutto il mondo: solo tre ingredienti per avere benefici subito riscontrabili e mantenere giovane e attivo il nostro sistema cognitivo: vino rosso, agnello e formaggio.

A fare questa scoperta, dopo alcuni mesi di test alimentari, i ricercatori dell'Università dell'Iowa negli Stati Uniti. Un regime alimentare particolare, che ha fatto subito scalpore dopo la sua pubblicazione perché non comprende i classici alimenti consigliati per una dieta sana ed equilibrata, ovvero frutta e verdura. La dieta non prevede comunque un'abolizione di questi ultimi, il consiglio da parte dei ricercatori è infatti quello di continuare ad assumere fibre e vitamine quotidianamente oltre che i tre alimenti cardine di questa dieta.

La dieta del cervello: come funziona

Dunque, la regola principale è quella di assumere:

  • carne di agnello: molto digeribile e ricca di proteine di alto valore biologico, ideali per lo sviluppo della muscolatura. L'agnello è una fonte preziosa di potassio e di ferro. Contiene poi anche altri minerali come lo zinco. È magra e poco calorica (100 grammi di carne cruda apportano circa 100 calorie e contengono 2,5 g di lipidi). La carne di agnello, a differenza di tutte le altre carni, secondo gli studiosi americani sarebbe una valida alleata nella prevenzione dell'Alzheimer e di tutte le malattie degenerative del cervello.
  • Formaggio: ottima fonte di calcio e fosforo, ma anche di vitamina B12, zinco, vitamina B2, vitamina A. Secondo lo studio, il formaggio andrebbe a rinforzare le nostre funzioni cognitive grazie all'alto contenuto di calcio e di vitamina B.
  • Vino rosso: tra i numerosi benefici del vino rosso ricordiamo che esso è un rimedio naturale al "colesterolo cattivo", infatti la sua azione antiossidante brucia i grassi e aiuta il sangue a defluire meglio. Occhio però, occorre sempre un consumo prudente. Gli effetti positivi sulla salute ci sono se viene assunto nelle quantità consigliate. I benefici del vino sono reali sia per il cuore che per il cervello. Diminuisce il rischio di attacco cardiaco e di ictus in quanto l’alcol e la presenza di resveratrolo provocherebbero un incremento dei livelli di colesterolo buono e una conseguente riduzione della formazione di coaguli e di variazioni nella pressione sanguigna. Il resveratrolo è una sostanza naturale che aiuta a prevenire i danni ai vasi sanguigni e possiede una potente azione antiossidante a livello dei radicali liberi presenti nelle cellule di delicate strutture come quelle cerebrali. Inoltre, aiuterebbe a prevenire la malattia di Alzheimer e la demenza senile. L'assunzione moderata di vino sembra avere un effetto benefico anche sulle ossa, contrastando l’osteoporosi tanto negli uomini quanto nelle donne e nella prevenzione delle malattie reumatiche.

Occhio comunque alle quantità: seguendo le istruzioni dei ricercatori americani, il consiglio è quello di assumere la carne di agnello una volta sola a settimana. Con mezzo bicchiere di vino rosso e un pezzetto di formaggio al giorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino rosso, agnello e formaggio: la dieta che mantiene giovane il cervello

Today è in caricamento