Lunedì, 10 Maggio 2021

Dimagrire in soli quattro giorni con la dieta Natman: come funziona

La dieta Natman si basa principalmente sul consumo di cibi ricchi di proteine e alcuni tipi di frutta e verdura: un regime ipocalorico di soli quattro giorni che promette un dimagrimento veloce. Ecco come funziona

Foto d'archivio

La dieta Natman è un regime alimentare che promette un dimagrimento super veloce, nel dettaglio, chi l'ha provata dice di aver perso fino a 3 chili in soli quattro giorni. Si tratta di una dieta estremamente ipocalorica, di conseguenza prima di provarla vi consigliamo, come facciamo sempre, di rivolvervi ad un esperto nutrizionista o dietista.

Perché rivolgersi ad un esperto durante la dieta: i vantaggi

Dieta Natman: come funziona

La dieta Natman si basa principalmente sul consumo di cibi ricchi di proteine e alcuni tipi di frutta e verdura, il tutto però senza esagerare. Bisogna seguirla per quattro giorni al massimo, proprio perché molto restrittiva, e dopo la fase dedicata alla dieta vera e propria segue quella di stabilizzazione dove è possibile aumentare la quantità delle porzioni per un totale di massimo un mese.

Secondo i suoi sostenitori, questa dieta sarebbe utile a preservare la massa magra e favorire la perdita di grasso corporeo, inoltre, anche se molto restrittiva, non fa male alla salute proprio perché bisogna seguirla per un limitato periodo di tempo. Ma cosa bisogna mangiare? Scopriamolo.

Dieta Natman: cosa mangiare

Durante la dieta Natman si dovrebbero bere almeno due litri di acqua al giorno. Il caffè o il tè sono ideali per la colazione, però rigorosamente senza zucchero. Per quanto riguarda l'assunzione di proteine, è consigliata la carne di vitello o il petto di pollo, ideali a pranzo e a cena sono poi i fagiolini lessi, uova sode, zucchine grigliate, spinaci lessi. Via libera alla frutta come arance, mandarini, mele ed insalate di rucola, pomodori e lattuga. Per uno spuntino, oltre alla frutta, è possibile optare per dello yogurt magro, succhi di mela, prugna o ananas, meglio se naturali. Per chi non mangia carne sono consigliati il seitan alla piastra o del tofu al naturale. Infine i condimenti: da preferire il succo di limone, dell'aceto balsamico, origano e poco sale.

Controindicazioni

Perdere 3 chili in quattro giorni è sicuramente tanto, proprio per tale motivo vi consigliamo di fare attenzione al classico effetto yo-yo che si osserva nelle persone che seguono diete ipocaloriche ripetute, alternate a periodi di regime libero: in poche parole, dimagrisci durante la dieta e, subito dopo, riprendi esattamente tutti i chili persi, o addirittura qualcuno in più.

Solitamente, all'origine dell'effetto yo-yo c'è una dieta dimagrante eccessivamente restrittiva e poco sana, in conseguenza della quale l'organismo entra in modalità “carestia”, tendendo così a conservare le riserve di grasso e a bruciare di meno. Il metabolismo rallenta e, non appena si ricomincia a mangiare normalmente, ci si ritrova a recuperare tutti i chili persi, se non di più.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimagrire in soli quattro giorni con la dieta Natman: come funziona

Today è in caricamento