rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Alimentazione

Dimagrire velocemente con la dieta Scarsdale: come funziona

Un regime alimentare che consentirebbe un calo del peso fino a dieci chili in soli quattordici giorni. La dieta Scarsdale è probabilmente una delle diete più seguite in America, scopriamo come funziona

Una dieta nata verso la fine degli anni Settanta e ideata dal cardiologo americano, Herman Tarnower e Samm Sinclair Bake di Scarsdale (da cui il nome): la dieta Scarsdale è un regime alimentare che limita fortemente l’apporto di grassi e carboidrati senza però costringere ad un attento calcolo delle calorie. Secondo chi l'ha inventata, consente un calo del peso fino a dieci chili in soli quattordici giorni ed è probabilmente una delle diete più seguite negli Usa.

Come funziona la dieta Scarsdale

Nelle prime due settimane la dieta prevede l'assunzione del 20% di grassi, 35% di carboidrati e 45% di proteine. Terminati questi primi giorni si passa ad una dieta di mantenimento, simile alla prima, ma con un maggiore apporto di carboidrati e grassi. Ricco il consumo di carni bianche e rosse, pesce, uova, formaggi magri, frutta e verdura. Le regole da seguire sono le seguenti:

  • non assumere bevande alcoliche o zuccherate;
  • tra un pasto e l’altro sono concessi spuntini soltanto a base di carote e sedano;
  • ridurre il più possibile i grassi: togliere il grasso dalla carne ed evitare di condire i cibi con olio, burro, margarina o altri grassi;
  • per addolcire non usare zucchero, ma dolcificanti (o edulcoranti) a basso contenuto calorico;
  • mangiare frutta fresca;
  • non sovraccaricare lo stomaco;
  • aumentare il consumo di liquidi;
  • alcune verdure non sono consentite: mais, piselli, patate, lenticchie, fagioli.

Esempio menù

  • Colazione: mezzo pompelmo (se non è disponibile, un frutto fresco di stagione), una fetta di pane integrale, caffè o tè con dolcificante.
  • Pranzo: carne magra bovina (in alternativa pollo o pesce), pomodori ad insalata o cotti, un caffè oppure un tè.
  • Cena: crostacei o pesce magro preparati senza grassi, insalata di lattuga (o altre verdure), pompelmo o melone.

Controindicazioni

Nonostante sia stata elaborata da un medico, la dieta Scarsdale presenta alcuni limiti. Anzitutto il programma va sospeso dopo le due settimane perché potrebbe risultare pericoloso per la salute, a causa dell’elevato apporto proteico. Praticare sport, durante questo ciclo dietetico, potrebbe comportare cali glicemici e malori. È preferibile limitarsi ad attività moderate o a qualche passeggiata.

La dieta Scarsdale è una dieta low-carb (ovvero a basso contenuto di carboidrati) di natura commerciale e come in tutte le diete low carb, viene attuata una riduzione dei carboidrati assunti a favore di una maggior quantità di proteine, e proprio questo fa sì che non possa essere seguita per un lungo periodo di tempo, in quanto un aumento di proteine per tanto tempo può causare danni a fegato e reni. Prima di intraprendere qualsiasi tipo di dieta consigliamo sempre di chiedere il parere di un esperto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimagrire velocemente con la dieta Scarsdale: come funziona

Today è in caricamento