Sabato, 8 Maggio 2021

A clessidra, ovale o a triangolo? Per ogni forma del corpo la sua dieta

Non tutti abbiamo lo stesso fisico e quando mangiamo troppo tendiamo ad ingrassare di più in determinate punti, che siano le cosce, il girovita o l’addome. Proprio in base alla forma del nostro corpo, dovremo seguire un’alimentazione specifica che aiuti a combattere questo fenomeno. Ecco qualche consiglio

Foto d'archivio

Ognuno di noi ha una forma del corpo specifica, esse sono principalmente cinque: a clessidra, a triangolo, triangolo invertito, ovale e rettangolo. La forma del corpo umano femminile è il prodotto cumulativo dato dalla struttura scheletrica di una donna associata alla quantità e distribuzione di muscolo e grasso sul corpo.

Non tutti quindi abbiamo lo stesso fisico e quando mangiamo troppo, tendiamo ad ingrassare di più in determinate punti, che siano le cosce, il girovita o l’addome. Per cui, in base alla forma del nostro corpo, dovremo seguire un’alimentazione specifica che ci permetta di limitare l’accumulo di grasso in eccesso dove si noterebbe di più.

Il corpo femminile può essere suddiviso in tre particolare biotipi: androide, ginoide e armonioso. Con questi tre termini vengono generalmente indicate delle caratteristiche ormonali per cui la distribuzione del grasso, e anche della cellulite, è concentrata in una determinata zona del corpo. 

Corpo "a mela"

Le persone col cosiddetto corpo "a mela" hanno busto e addome ben pronunciati. Quando ingrassano, ad aumentare è soprattutto il loro girovita. Vengono chiamate anche donne androidi e sono quelle che accumulano grasso principalmente nella zona addominale, toracica, dorsale e cerviconucale, con gambe magre e glutei meno pronunciati. Il punto vita è quindi abbastanza largo, il volume sui glutei abbastanza scarno e le gambe sono molto snelle. In poche parole, la tendenza è quella di avere una cattiva proporzione tra la linea delle spalle e la linea dei glutei, a seconda della dimensione della clavicola si tende ad avere un’apertura di spalle più o meno evidente, che però rende asimmetrico il fisico: una sorta di triangolo che scende verso il basso. Questo tipo di fisicità è frequentemente associato, ma non sempre, a complicanze metaboliche e cardiovascolari come ipercolesterolemia, ipertensione, ridotta tolleranza ai carboidrati, insulino resistenza e diabete di tipo II.

In questo caso, l’alimentazione corretta prevede una buona dose di fibre e vitamina C, limitando il consumo di carne. Per cui, sì a frutta e verdura fresche, yogurt e latticini magri e pesce. Limitare, invece, le dosi giornaliere di caffè, legumi, carni grasse, pane e cibi lievitati.

Donna androide: allenamento ideale

Corpo "a pera"

Il corpo "a pera", invece, è generalmente costituito da fianchi e gambe più pronunciati rispetto al busto e al resto del corpo. Nella medicina l'aggettivo ginoide significa tipico della donna, oppure di un soggetto che presenta caratteri femminili. Esempi: habitus ginoide, ginoide (biotipo costituzionale). Per intenderci meglio, con corpo ginoide ci si riferisce ad un fisico a pera: che accumula peso nella parte inferiore della cintura e quindi su glutei, gambe, parte dell’addome sotto l’ombelico. Si tratta di una distribuzione adiposa tipicamente femminile perché viene influenzata degli ormoni femminili. Lo sviluppo muscolare di una donna ginoide è al 70% sugli arti inferiori e al 30% sugli arti superiori. Inoltre, un consistente accumulo adiposo può predisporre a patologie osteoarticolari, vascolari venose e linfatiche.

In questo caso dovremo lavorare sulla parte inferiore del corpo, che tenderà ad arrotondarsi più facilmente. Meglio, allora, fare una bella scorta di proteine che accelerano il metabolismo. Riduciamo, invece, i carboidrati. Via libera al pesce, carne (limitando quella rossa), uova, latticini magri e, naturalmente, frutta e verdura. Da evitare assolutamente gli alimenti troppo grassi e salati, come burro o panna e cibi fritti. Anche le porzioni di pasta e riso vanno dosate con cautela.

Donna ginoide:allenamento ideale

Corpo "con poche forme"

Esiste poi chi ha un corpo sottile e longilineo, con pochi muscoli e grasso. Se si ha questa silhouette, bisogna lavorare sulla tonicità e il rafforzamento muscolare. Cercare, quindi, di includere nei propri pasti una dose costante di carboidrati, proteine e omega 3, e fare scorta di zuccheri semplici. Bisogna assumere la frutta sia fresca che secca, la verdura e i legumi, il pesce e le carni magre, le uova, i latticini e i cereali.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A clessidra, ovale o a triangolo? Per ogni forma del corpo la sua dieta

Today è in caricamento