Lunedì, 14 Giugno 2021
Alimentazione

Diete: gli 8 modi più pericolosi per dimagrire

Per perdere peso, spesso ci si affida a consigli sbagliati, molti dei quali possono seriamente mettere a repentaglio la salute

Non è solo questione di passare indenni la 'prova costume' durante l'estate, ma anche di cercare sempre la via più veloce per vedersi 'in forma'  nel modo più sbrigativo possibile, anche a costo di mettere a repentaglio la propria salute.

I modi per perdere peso sono tanti e 8 di questi costituiscono delle  “scorciatoie dimagranti”, trucchetti taglia-chili che, a dar retta a chi li ha provati, avrebbero effetti miracolosi sul girovita, ma che in realtà – spiegano gli esperti del magazine “Women’s Health” che ne sconsigliano caldamente l’impiego - si rivelano essere solo dei miseri espedienti di scarsissima utilità, adottati da quanti vogliono veder scendere l’ago della bilancia senza fare troppe rinunce.

1- Obalon. Si tratta di un palloncino intragastrico in silicone contenuto in una capsula di gelatina che s’ingoia come fosse una pillola (basta un bicchiere d’acqua) e che, attraverso un sottile tubicino collegato con un’estremità alla capsula (mentre l’altra rimane fuori dalla bocca), viene poi riempito con 250cc di azoto, depositandosi così nello stomaco, dove stimola i recettori della sazietà e della riduzione della fame. Il palloncino viene rimosso dopo tre mesi con una esofagogastroduodenscopia e fra i terrificanti effetti collaterali vanno segnalati il rischio ostruzione e la possibile rottura del dispositivo.

2- Diuretici e lassativi. Questi prodotti possono causare disidratazione e squilibri elettrolitici anche gravi, per questo vanno evitati e sostituiti piuttosto con un probiotico che non solo aiuta nei casi di costipazione, ma – come spiega la dietologa Sue Decotiis - "riduce anche il senso di gonfiore e l’appetito".

3- Waist Training. Traducibile come “un allenamento per il girovita”, consiste nell’indossare costantemente un corsetto realizzato secondo criteri specifici, così da stringere e comprimere laddove necessario, per regalare l’agognato 'vitino da vespa'. Nel migliore dei casi, la pratica è solo di una scomodità assurda, ma nel peggiore, può addirittura provocare danni alla cassa toracica e lesioni interne.

4- Niente carboidrati. Sono i carboidrati che forniscono l’energia necessaria per dimagrire e non sentirsi depressi, quindi levarli completamente dal menu quotidiano ha ripercussioni negative sulle funzioni cerebrali, causate dalla mancanza di serotonina. Senza contare poi che alcuni carboidrati (leggi, farina d’avena e pane integrale) permettono di fare il pieno di vitamine e fibre e di migliorare la salute del cuore.

5- Le mode dimagranti del momento. Tra queste, la pericolosissima “cotton ball diet”, che prevede il consumo di batuffoli di cotone inzuppati di succo d’arancia, limonata o al massimo un frullato di frutta per sentirsi sazi senza ingerire calorie.

6- Quasi digiuno. Mai stare sotto le 1200-1400 calorie giornaliere (e nel caso siate tipe da palestra, potete anche aumentare la soglia) "per non mandare l’organismo in modalità 'risparmio energetico' e finire così per rallentare il metabolismo", dice ancora la dottoressa Decotiis.

7- La dieta dell’eliminazione. Ovvero, rinunciare ad un intero gruppo alimentare, con il rischio praticamente garantito di procurarsi delle carenze nutrizionali anche gravi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diete: gli 8 modi più pericolosi per dimagrire

Today è in caricamento