Lunedì, 8 Marzo 2021

Dimagrire e mantenere il peso forma con il Metodo funzionale: come funziona

Un percorso alimentare e motorio specifico che, oltre a permettere la perdita di peso e a mantenerlo nel tempo, risulta essere un buon intervento preventivo per evitare o allontanare diverse malattie: ecco come funziona il Metodo funzionale

Foto d'archivio

Il Metodo funzionale - noto anche come Metodo Zangirolami, perché ideato dal dottor Ivan Zangirolami da cui prende il nome - è un percorso alimentare e motorio specifico che, oltre a permettere la perdita di peso e a mantenerlo nel tempo, risulta essere un buon intervento preventivo per evitare o allontanare malattie come diabete o ipertensione e migliorare in linea generale la propria salute. L'obiettivo della dieta è quello di condurre uno stile di vita sano che migliori il metabolismo.

Il Metodo funzionale per mantenere il peso forma

Grazie all'osservazione di persone con un metabolismo veloce e soggetti che, al contrario, accumulano facilmente grasso è iniziata l'attività di ricerca. L'esperto, affiancato da uno staff medico, ha ideato un percorso di dimagrimento sano dedito ad uno stile di vita sostenibile, dove la vera svolta risiede proprio nel miglioramento del sistema metabolico grazie al quale è possibile mantenere il peso raggiunto, attraverso una leggera attività motoria ed una cura dell’alimentazione.

Perdere il peso in eccesso in maniera graduale e salutare senza compiere enormi sforzi e soprattutto mantenere i risultati raggiunti nel tempo è l’obiettivo che si pone il Metodo Zangirolami, un sistema che consente di trovare l’equilibrio adatto ad ogni persona. Sono tantissime le diete che promettono un dimagrimento veloce e miracoloso, il problema vero, però non sta nel risultato che si consegue nell’immediato, ma nel mantenerlo nel tempo, evitando così il fastidioso effetto yo-yo.

Effetto yo-yo: cos'è

L'effetto yo-yo (o a fisarmonica o ciclicità del peso) è una oscillazione di peso che si osserva nelle persone che seguono diete ipocaloriche ripetute, alternate a periodi di regime libero: in poche parole, dimagrisci durante la dieta e, subito dopo, riprendi esattamente tutti i chili persi, o addirittura qualcuno in più.

Solitamente, all'origine dell'effetto yo-yo c'è una dieta dimagrante eccessivamente restrittiva e poco sana, in conseguenza della quale l'organismo entra in modalità “carestia”, tendendo così a conservare le riserve di grasso e a bruciare di meno. Il metabolismo rallenta e, non appena si ricomincia a mangiare normalmente, ci si ritrova a recuperare tutti i chili persi, se non di più.

Metodo funzionale: in cosa consiste

Come leggiamo su Metodozangirolami.it, spesso questo accade perché magari la dieta è troppo rigida da seguire e mantenerla nel tempo come normale stile di vita diventa complicato, di conseguenza la maggior parte delle persone la abbandona e il peso torna a salire. Infatti, molte diete spesso non lavorano sul vero problema che sta alla base del dimagrimento, ovvero il metabolismo “lento”, influenzato da molteplici fattori come l'alimentazione, l'età, attività fisica, clima, sesso, genetica, livelli ormonali e così via.

L’unico modo - spiega il Dott. Zangirolami - per rendere più magra una persona impedendo poi il ritorno di un accumulo di peso, è migliorare il metabolismo con tecniche motorie e alimentari fuse in un unica metodica".

Il metodo consiste in:

  • Attività motoria: una particolare “ginnastica“ che stimola il metabolismo agendo sui vari distretti muscolo-tendinei.
  • Percorso alimentare: elaborato dal direttore sanitario degli studi medici di dimagrimento e che consente di impostare uno stile di vita personale.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimagrire e mantenere il peso forma con il Metodo funzionale: come funziona

Today è in caricamento