Domenica, 9 Maggio 2021

Salute: gli esami e i controlli da fare prima di iniziare una dieta dimagrante

Prima di iniziare una dieta un fattore fondamentale da tenere in considerazione è l'essere certi che il nostro organismo sia in buona salute e funzioni nel modo corretto. Per farlo occorre sottoporsi ad alcuni esami. Scopriamoli

Foto d'archivio

Chi vuole intraprendere un percorso di dimagrimento dovrebbe sempre farlo nel modo più sicuro possibile. Quando si parla di alimentazione e di peso è opportuno seguire delle diete corrette ed equilibrate per la salute del nostro organismo. La nutrizione è soggettiva, essa deve essere adattata alla persona in base al sesso, all'obiettivo che vuole raggiungere, allo stile di vita e cosi via. Spesso, può essere difficile capire di quali alimenti il nostro corpo ha bisogno per rimanere in buona salute e raggiungere l'equilibrio perfetto. In questo caso, un nutrizionista può fornire un programma di dieta ed esercizio fisico completo adattato ai propri obiettivi.

Ma prima di iniziare una dieta, altro fattore molto importante da tenere in considerazione è l'essere certi che il nostro organismo goda di buona salute e funzioni nel modo corretto per non sottoporlo ad ulteriore stress. Per farlo occorre fare alcuni esami. In genere è proprio il medico a prescriverci le analisi necessarie. Scopriamo quindi quali sono gli esami a cui è opportuno sottoporsi prima di intraprendere una dieta.

Analisi del sangue

I prelievi del sangue sono esami di routine e dovrebbero essere eseguiti regolarmente. Il primo test da eseguire è un emocromo completo. Come leggiamo su mypersonaltrainer.it, un valore da tenere sotto controllo è quello dell'emoglobina, "la proteina contenuta nei globuli rossi che svolge la funzione fondamentale di trasportare l'ossigeno a tutti i tessuti del corpo. La carenza di emoglobina è spesso  sintomo di anemia e di debolezza. Fondamentale controllare anche i valori dei globuli rossi e bianchi, delle piastrine e dell'ematocrito. La funzione dei globuli bianchi (leucociti) è quella di difendere l'organismo: se il loro numero rientra nella normalità significa che non sono presenti malattie o infezioni. Il valore delle piastrine (indica la coagulazione del sangue), dell'ematocrito (densità del sangue), del volume corpuscolare medio (misura del volume medio dei globuli rossi)".

Intolleranze alimentari

Verificare che non ci siano intolleranze alimentari è fondamentale per redigere una dieta, perché la loro presenza potrebbe limitare la perdita di peso e far comparire sintomi rischiosi per la salute.

Glicemia

Il valore della glicemia indica la quantità di glucosio nel sangue. La misurazione glicemica verifica la capacità del pancreas di produrre insulina, e quindi di stabilire se si è in presenza del diabete.

Colesterolo

Un altro parametro rilevante che il medico vorrà verificare prima di formulare una dieta dimagrante, sarà il livello di colesterolo. Anche questo tipo di esame dovrebbe essere ripetuto periodicamente, in quanto i grassi accumulati eccessivamente nell'organismo, possono causare l'ostruzione delle arterie con il rischio di ictus ed infarto.

Trigliceridi

I trigliceridi sono grassi alimentari trasportati nel sangue attraverso lipoproteine (chilomicroni), e raggiungono muscoli, cuore e fegato per fornire energia. La presenza di trigliceridi alti nel sangue indica un'alimentazione troppo ricca di grassi di origine animale e zuccheri.

Controllare la pressione

Un altro fattore che il medico controllerà prima che inizia la dieta per perdere peso, è la pressione sanguigna. I valori considerati ottimali sono 120 (sistolica) mm/Hg e 80 (diastolica).  In caso di pressione bassa è fondamentale introdurre minerali indispensabili, come magnesio, potassio e sodio. In caso di ipertensione, invece, verranno ridotti maggiormente cibi contenenti sodio, zucchero e grassi di origine animale. 

Valori della Tiroide

Infine, un altro parametro fondamentale da conoscere prima di intraprendere una dieta è quello della tiroide che regola l'energia assunta con la dieta e produce le molecole che gestiscono il metabolismo. Per controllare la funzionalità tiroidea si ricorre all'esame TSH. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: gli esami e i controlli da fare prima di iniziare una dieta dimagrante

Today è in caricamento