Venerdì, 18 Giugno 2021
Alimentazione

Frutta secca e sport, il mix ideale per tenersi in forma

Tolgono il senso di fame, contengono grassi insaturi e sono ricchi di antiossidanti e fibre: ecco perché pistacchi & Co. fanno bene alla salute e sono un'ottima fonte di energia prima e dopo l'allenamento

Per essere calorica, lo è eccome, e pure un bel po', considerando che 100 grammi di frutta secca apportano circa 500 Kcal all'organismo di chi non rinuncia a gustarla e che così può beneficiare di una serie di vantaggi che vanno ed equilibrare il disagio dovuto a qualche eventuale senso di colpa. 

In effetti, è stato ampiamente dimostrato che pistacchi & co. riducono il rischio di pre-diabete e proteggono dalle malattie cardiovascolari e sono anche un vero alleato per chi si cimenta nelle performance sportive.

Se la frutta secca essicata, per esempio, è un'ottima fonte di energia prima di iniziare il lavoro, quella a guscio può essere assunta come razione di recupero, ricca com'è di acidi grassi che aiutano nella costruzione di diversi tessuti organici. Inoltre, l'abbinamento con le proteine e le fibre garantisce un elevato senso di sazietà e ne impedisce l'assunzione di quantità esagerate.

"Il senso di sazietà vale in particolare per i pistacchi per i quali sono stati fatti studi anche sull'effetto psicologico che ha il vedere l'accumulo dei gusci man mano che il consumo procede" spiega Giorgio Donegani, nutrizionista e presidente di Food Education Italy, che aggiunge: "Più il mucchietto dei gusci si alza e maggiore è l'impressione di avere mangiato molto e quindi, indirettamente, ne viene sollecitato il senso di soddisfazione e sazietà. Una cosa importante da ricordare è il contenuto di antiossidanti dei pistacchi, persino superiore a quella di altra frutta a guscio".

I BENEFICI POST ALLENAMENTO. L'esperto sostiene che durante lo sforzo fisico l'organismo produce radicali liberi e ingerire alimenti che siano ricchi di sostanze antiossidanti aiuta a ripulire il fisico da queste particelle indesiderate. Inoltre, i pistacchi, pur essendo la meno calorica tra la frutta a guscio, sono comunque alimenti ad alta densità energetica, il che si rivela un vantaggio anche nella necessità di disporre di porzioni facilmente trasportabili a cui attingere nel caso di sforzi molto prolungati.

LO SNACK SANO. Dopo l'attività sportiva la frutta secca può essere abbinata a semi di girasole, di zucca o a germi di grano con aggiunta di yogurt. Sì a prosciutto crudo magro o bresaola con un po' di pane integrale per aumentare ulteriormente la quota di carboidrati (utili per il recupero energetico) senza innalzare troppo velocemente l'indice glicemico. 

LE CARATTERISTICHE. Se la frutta secca essicata è ricca di carboidrati, in particolare di zuccheri semplici di veloce assimilazione, e perciò va mangiata prima dello sport, quella secca a guscio ha un ottimo contenuto di grassi polinsaturi "buoni", di fibre e una discreta quantità di proteine e carboidrati per lo più in forma di amido, motivo per cui è perfetta nel post allenamento.

QUANTA FRUTTA SECCA MANGIARE. Numerose ricerche hanno dimostrato che 30 g di pistacchi al giorno forniscono una quota energetica paragonabile a quella di una normale merendina, ma con una ricchezza in fattori nutritivi decisamente superiore: migliore qualità dei grassi, basso apporto di zuccheri semplici, elevata presenza di fibre (aiuta a modulare anche l'indice glicemico) e un contenuto decisamente interessante di sostanze benefiche antiossidanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frutta secca e sport, il mix ideale per tenersi in forma

Today è in caricamento