Venerdì, 7 Maggio 2021

La dieta del ghiaccio stimola il metabolismo e fa dimagrire in fretta: come funziona

La dieta del ghiaccio stimola il metabolismo e promette di far perdere circa 3 chili in una sola settimana. Questo regime alimentare ha riscosso grande successo, tanto che ha subito conquistato diverse star internazionali. Ecco come funziona

Foto d'archivio

La Ice Diet, ovvero la dieta del ghiaccio, è stata ideata da Brian Weiner, medico specializzato in gastroenterologia che ha analizzato l’azione del ghiaccio sul nostro organismo riscontrando effetti positivi in termini di dimagrimento. Questo regime alimentare ha riscosso subito grande successo, tanto che ha subito conquistato diverse star internazionali. Ma come funziona?

Ice Diet: come funziona

La dieta del ghiaccio promette di far perdere circa 3 chili in una sola settimana, si legge sul sito Di Lei, agendo sull'incremento del metabolismo basale. Questo protocollo si basa su un principio alimentare molto semplice: la capacità che hanno gli alimenti freddi/ghiacciati di incentivare il consumo di calorie da parte dell’organismo. In sostanza si perde peso mangiando qualcosa di freddo. Non solo: assumendo cibi gelidi si aumenta anche il senso di sazietà.

Nel suo sito, Brian Weiner racconta della sua personale esperienza di dimagrimento grazie a questa dieta. Egli ha pubblicato la ricerca sulla Ice Diet sulla rivista scientifica Annals of Internal Medicine ed ha anche scritto un e-book dedicato a questo regime alimentare dal titolo "The Ice Diet".

Secondo gli studi di Weiner, quando si ingerisce del ghiaccio il corpo consuma energia in quanto alza la sua temperatura con lo scopo di provocare lo scioglimento di quanto è stato appena introdotto. Proprio grazie a questo meccanismo avviene il dimagrimento. Per fare un piccolo esempio: a suo dire, sarebbe sufficiente un litro di acqua ghiacciata per bruciare ben 160 calorie. Il gastroenterologo suggerisce di consumare tutti i giorni ghiaccio tritato. Sia subito dopo i dopo i pasti, sia durante la giornata come "spuntino spezzafame". Unica regola: non va mai superato il litro di ghiaccio al giorno perché si rischia di danneggiare l’organismo e affaticare gli organi. Inoltre, questa dieta non va seguita quando fa troppo caldo, al termine dell’attività fisica o quando la temperatura è particolarmente bassa. Naturalmente, poi, a questa abitudine va abbinato a un regime alimentare ipocalorico e associato ad una regolare attività fisica.

Cosa mangiare

Ma quindi cosa mangiare? Potete sbizzarrirvi a sostituire i classici snack preparando ghiaccioli, sorbetti, cubetti con frutta e verdura, granite da gustare ogni volta che sentite fame. Ecco ad esempio la ricetta per preparare un buon sorbetto al limone light:

Ingredienti

  • 4 limoni;
  • 150 g zucchero;
  • 300 ml acqua;
  • 1 albume;
  • scorza grattugiata di un limone.

Procedimento

Fate bollire lo zucchero con l’acqua in un tegame, mescolando di tanto in tanto. Aggiungete la buccia grattugiata di un limone e fate cuocere per altri due minuti, sino a far bollire di nuovo. Togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Spremete i limoni e aggiungete il succo allo sciroppo. Filtrate e mettete in congelatore per quattro ore, poi mescolate nuovamente e aggiungete l’albume sbattuto. Suddividete il composto in sei bicchieri e poneteli in congelatore per altre quattro ore. Quando saranno pronti per essere mangiati, guarnite con un po' di scorza di limone grattugiata.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La dieta del ghiaccio stimola il metabolismo e fa dimagrire in fretta: come funziona

Today è in caricamento