Martedì, 22 Giugno 2021
Alimentazione

Lo stress da rientro dopo le vacanze si combatte anche a tavola

Non solo gli adulti, ma anche i più piccoli possono essere colpiti dalla cosiddetta 'post vacation blues' che minaccia un tranquillo rientro sui banchi di scuola e che può essere alleviata con una dieta mirata

Ansia, spossatezza, nervosismo e sbalzi d'umore non colpiscono solo gli adulti, ma anche i più piccoli, colpiti come sono dai principali sintomi di quella che gli esperti chiamano 'sindrome da rientro' o 'post vacation blues' che riguarda circa uno studente su due al rientro dalle vacanze estive. 

Secondo quanto afferma il nutrizionista Pietro Migliaccio, per contrastare questi disturbi e riacquistare l'equilibrio psicofisico è fondamentale seguire prima di tutto un'alimentazione bilanciata a base di carni bianche, pesce, uova, frutta e verdura e soprattutto il pollo è considerato tra gli alimenti promossi in una sana dieta ("Fornisce proteine di alto valore biologico, fondamentali per la reazione di adattamento allo stress da rientro" dice l'esperto), riscontrando anche il consenso dei più piccoli che, secondo un sondaggio Doxa, lo apprezzano con particolare attenzione.

"Con questi alimenti si assicurano all'organismo proteine, carboidrati, vitamine, sali minerali e antiossidanti che migliorano le funzioni delle sinapsi a livello cerebrale e quindi le capacità intellettive degli studenti" dice ancora il presidente della Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione (S.I.S.A.) che consiglia come condimento l'olio extravergine di oliva e per gratificare il palato un gelato, anche alle creme.

Che cosa invece è meglio limitare? "Vanno evitati quegli alimenti che appesantiscono l'organismo causando un affaticamento psicofisico, dunque limitiamo fritture, insaccati e dolci farciti. Per condire i nostri piatti sconsigliamo panna, besciamella, burro o lardo. Attenzione anche a caffè, tè e bevande contenenti caffeina, soprattutto nelle ore pomeridiane o serali" conclude Migliaccio. 

Particolarmente importante per aiutare bambini e ragazzi nella ripresa è anche il rispetto di alcune semplici regole, come quella di muoversi all'aria aperta e riappropriarsi dei ritmi e della routine cittadina senza strafare e senza imporre ai bambini da subito programmi troppo serrati che facciano perdere in maniera repentna la giocosità tipica del tempo libero. 

Fondamentale, infine, un buon riposo: il professore raccomanda di andare a letto la sera ad orari regolari e mai troppo tardi come accade spesso in vacanza.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stress da rientro dopo le vacanze si combatte anche a tavola

Today è in caricamento