Domenica, 29 Novembre 2020

Dalle porzioni alla motivazione: come dimagrire con una dieta sana e poco restrittiva

Come trovare la motivazione giusta per seguire una dieta in modo efficace? I trucchi ci sono e se colti in modo corretto possono aiutarci a perdere i chili di troppo senza diete specifiche o eccessivamente restrittive

Foto d'archivio

Dimagrire senza seguire una dieta specifica è possibile? Probabile, ma occorre pur sempre rispettare delle regole basilari, prima fra tutte quella che se vogliamo far abbassare le lancette della bilancia bisogna bruciare più calorie di quante ne introduciamo con l’alimentazione. L'allenamento in questo caso può sicuramente venirci in aiuto, ma bisogna pur sempre stare attenti a tavola.

Per perdere i chili di troppo il primo approccio deve senz'altro essere di tipo psicologico: porsi un obiettivo è fondamentale ma non avere fretta è una delle regole basilari per rimanere costanti e vedere risultati efficienti sul lungo termine. Per perdere peso in modo sano, e soprattutto evitare il temutissimo effetto yo-yo, non occorre seguire diete troppo restrittive: scopriremo che le rinunce alimentari non saranno poi così gravose se fatte con criterio.

I primi giorni potrebbero sembrare molto duri, ma in realtà è solo questione di abitudine e "allenamento". Quando si inizia una dieta, la sensazione di leggerezza viene avvertita subito dopo qualche giorno: focalizziamo l’attenzione su quella sensazione e impariamo a guardare noi stesse in quella forma, snelle e toniche.

L'alimentazione

Per raggiungere i risultati sperati, la dieta fai da te può essere un rischio, se abbiamo il dubbio che le nostre abitudini alimentari non siano corrette, è buona norma rivolgersi ad un esperto nutrizionista o dietista. Se decidiamo di fare da soli, è meglio evitare i regimi che promettono di perdere molti chili in breve tempo: si tratta di diete non equilibrate che ci faranno riguadagnare tutti i chili persi nel giro di pochissimo tempo non appena ricominciamo a mangiare normalmente. 

Una dieta sana ed equilibrata prevede l'apporto di tutti i nutrienti necessari per il benessere del nostro organismo, quindi la regole è mangiare meno sì, ma sempre un po’ di tutto. Se non abbiamo cattive abitudini da correggere, basterà diminuire la quantità delle porzioni.

Saltare i pasti non è una buona idea perché serve solo ad arrivare affamatissimi al pasto successivo. Anche la prima colazione è importante: meglio non saltarla, ma nello stesso tempo facciamo attenzione a non mangiare troppo.

Un segreto per non esagerare con le porzioni è utilizzare piatti di piccole dimensioni. Inoltre, anche l'estetica è importante e appaga: creiamo piatti belli e colorati, ricordando che le verdure, crude o cotte, sono le nostri migliori alleate. 

Come si legge su Tgcom24, gli unici alimenti da bandire sono quelli che forniscono “calorie vuote”, ossia in assenza di nutrienti benefici per l’organismo. Appartengono a questa categoria gli alcolici, le bibite gassate e zuccherate (compresi i succhi di frutta), i dolciumi. Se proprio non possiamo farne a meno, possiamo concederci una volta a settimana un paio di quadratini di cioccolato fondente. La frutta va consumata con moderazione, meglio se per uno spuntino o per la merenda, scegliendo le varietà meno zuccherine.

Organizzare la dispensa

Infine ricordiamo che prima di metterci a dieta è bene far sparire dalla dispensa tutto quello che può metterci in tentazione. Prendiamo l’abitudine di fare una lista di quello che serve al supermercato e quando facciamo la spesa, atteniamoci al nostro elenco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle porzioni alla motivazione: come dimagrire con una dieta sana e poco restrittiva

Today è in caricamento