Giovedì, 15 Aprile 2021

Con l'aspirina si riduce il rischio di tumore alla prostata del 40%

Il dato è da uno studio condotto dalla Società Italia di Medicina Generale su 13.453 pazienti affetti da malattie cardio-vascolari

foto archivio

L'utilizzo dell'asprina per lunghi periodi di tempo può essere efficace nella prevenzione di alcune forme di cancro. Può ridurre del 40% l'insorgenza del tumore della prostata e la protezione sale addirittura al 60% se viene presa regolarmente per cinque anni. Nel carcinoma del colon-retto invece la diminuzione del rischio ammonta al 30%. 

È quanto emerge da uno studio condotto dalla Società Italia di Medicina Generale (SIMG) su 13.453 pazienti affetti da malattie cardio-vascolari. La ricerca, riportata da Aska, è stata possibile grazie alla consultazione dei dati raccolti nel portale Health Search IMS Health Longitudinal Patient Database. 

Alla prevenzione oncologica è dedicata una sessione scientifica del 33° Congresso Nazionale della Società Italia di Medicina Generale che si è chiuso ieri a Firenze e che ha visto la partecipazione di oltre 3.000 delegati.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con l'aspirina si riduce il rischio di tumore alla prostata del 40%

Today è in caricamento