Domenica, 20 Giugno 2021
Bellezza

Capelli sfibrati: perché e come combatterli

Molteplici sono le cause che determinano quello che viene comunemente definito “effetto stoppaccioso” della capigliatura e tendenzialmente ognuno di noi le sottovaluta

All’origine dei capelli sfibrati ci possono essere cause di diversa natura, da una parte la cosiddette cause interne come un regime alimentare scorretto, lo stress o dei disturbi ormonali, dall’altra le cause esterne, ovvero un’eccessiva esposizione al sole, trattamenti cosmetici frequenti ed aggressivi, l’inquinamento atmosferico.

È proprio nel periodo estivo che si compiono le azioni più scorrette, prima tra tutte l’aumento della frequenza dei lavaggi, pensando di prendersi cura dei capelli e della cute in realtà si va soltanto a peggiorare la situazione.

Soggetti maggiormente “a rischio” sono coloro che hanno già i capelli fini e sottili, con la tendenza alle doppie punte, secchi o molto trattati. Per le persone con questa tipologia di capelli il fenomeno può verificarsi più spesso ed in modo più consistente andando a determinare l’indebolimento e la probabile caduta.

Prevenire e combattere il problema? Certo! Attenendosi a delle semplici regole base: scelte alimentari equilibrate, uno stile di vita quotidiano corretto e le giuste attenzioni in fase di lavaggio e acconciatura.

È noto che la pulizia del cuoio capelluto è fondamentale tanto quanto lo è la sua idratazione ed ossigenazione. Questo non sottintende il lavarsi i capelli di continuo: si consiglia di non superare mai le 2/3 volte alla settimana, l’importante però è trattarli con prodotti delicati e rispettosi del Ph della cute, così da non incorrere in spiacevoli conseguenze come desquamazione, forfora e una produzione eccessiva di sebo.

Per rinforzare e riparare i capelli una buona idea è farsi consigliare dal parrucchiere un buon trattamento mirato che vada a riparare la fibra capillare, non appesantisca le radici e doni morbidezza e movimento su tutte le lunghezze.

Importante è inoltre non esagerare con lacche e gel, ma se proprio non si riesce a fare a meno della piastra è preferibile utilizzare prima un prodotto contenente la Pro-Keratina che, grazie all’azione della piastra a vapore, penetra all’interno della fibra del capello evitando lo shock termico e non alterando la percentuale di acqua presente nel capello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capelli sfibrati: perché e come combatterli

Today è in caricamento