Sabato, 10 Aprile 2021

Congelarsi per dimagrire: ecco l'ultima moda dei vip

Da Lindsay Lohan a Demi Moore, passando per Jessica Alba e Jennifer Aniston, oltreoceano sono tantissime le star che hanno sposato il rimedio della cosiddetta 'crioterapia' per ritrovare la forma resistendo per tre minuti in un macchinario a meno 160 gradi

Ma che sudare e sudare: adesso per dimagrire senza fatica e alla svelta serve battere i denti per il freddo e la diavoleria meccanica che di questi tempi si insinua come miracoloso artifizio per un corpo perfetto è la dimostrazione - se mai ce ne fosse ancora bisogno - che ormai tutto è possibile, anche sovvertire le teorie che esaltano l'attività fisica quale rimedio per una sana 'remise en forme'.

Si chiama 'crioterapia' la pratica che è esplosa da qualche mese negli Stati Uniti con la mirabolante promessa di operare uno stravolgimento estetico dopo soli tre minuti di permanenza in una stanza a meno 160 gradi, un lasso di tempo esiguo sì, ma sufficiente a far bruciare 800 calorie, rinvigorire il metabolismo, sciogliere i muscoli, calmare eventuali infiammazioni, rinnovare le cellule e, ovviamente, sconfiggere quella maledetta di una cellulte.

Da Lindsay Lohan a Demi Moore, da Jessica Alba a Jennifer Aniston, la mania dell'auto-congelamento sta prendendo piede tra le dive dei giorni nostri alla stregua di un segreto di Pulcinella praticato da tutte ma ammesso dalle poche che senza falsi pudori postano le foto dell'avventura negli esigui confini di un cilindro metallico con tanto di mascherine igieniche, costumino d'ordinanza e sorrisi a profusione che sconfessano l'entusiasmo di azzardare l'estremo rimedio. 

Quanto agli effetti veritieri dell'innovativo strumento, gli esperti sono divisi, dato che, se fino a poco tempo fa la crioterapia veniva usata dai calciatori come Cristiano Ronaldo (che si dice abbia addirittura acquistato l’apparecchio) sotto controllo medico per motivi muscolari, ora che è l’estetica ad essersi impadronita del mezzo, le domande sulla modalità di funzionamento sono chiaramente più insistenti.

In pratica, il freddo estremo dovrebbe 'imbrogliare' il corpo facendogli credere di essere in pericolo e quindi consentirgli di attivare una modalità di preservazione mentre il cervello segnala di portare il sangue al cuore accelerando il metabolismo. 

Infine, una volta usciti dal macchinario, il brusco ripristino della circolazione del sangue genererebbe, secondo le stime, il rinnovamento cellulare e tutti quegli altri benefici che gli amanti di passeggiate e corsette preferiranno continuare a intravedere dopo un bel po' di tempo, ché il piacere di respirare aria fresca e di sgranchirsi le gambe in libertà, quel marchingegno ancora proprio non lo fornisce.

2-7-10

Continua a leggere su Today.it

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congelarsi per dimagrire: ecco l'ultima moda dei vip

Today è in caricamento