Martedì, 22 Giugno 2021
Bellezza

Cosmetici scaduti: ecco come riconoscerli

Con il tempo, mascara, fondotinta, ombretti e smalti perdono la loro utilità e possono risultare anche dannosi per la pelle se non sostituiti in tempo: questi i segnali che avvisano quando è il momento di buttarli via

È difficile resistere alla tentazione di acquistare rossetti, mascara, smalti e quant'altro faccia aumentare il volume della propria trousse, a seconda del desiderio e delle mode del momento. 

Tuttavia, il rischio di lasciarsi prendere la mano dallo shopping in profumeria è quello di dimenticare la data di acquisto dei cosmetici che, una volta aperti, iniziano il loro conto alla rovescia verso la data di scadenza. 

Per capire se i prodotti sono da buttare o meno è utile, quindi, fare riferimento ad alcuni dettagli consigliati dagli esperti di Vanity Fair

- Etichetta. La normativa stabilisce che se la durata del cosmetico è inferiore ai trenta mesi questa vada riportata in etichetta. Se supera i trenta mesi, l'indicazione della durata minima non è obbligatoria ma la legge prevede un altro obbligo, il cosidetto 'Pao' -  'Period after Opening' o periodo dopo l'apertura - indicato dalla lettera "M" e sempre accompagnato da un numero in cifre (es. 12 M). 

- Ombretto e blush. Non durano più di un anno. Quando sono scaduti si riconoscono per l'odore strano che emanano e perché lasciano di solito una patina scura sulla superficie della cialdina. 

- Smalti. Una volta aperti aperti possono durare dai 2 ai 3 anni. L'uso continuo dello smalto, però, può far si che all'interno della boccetta si formino delle bolle d'aria che secchino il liquido. In più, per conservarlo al meglio è consigliabile togliere con un batuffolo intriso di acetone lo smalto attorno al collo del flaconcino e, una volta chiuso, il flaconcino va conservato in un luogo asciutto e al riparo dal sole.

- Fondotinta, crema, rossetto (stick e liquido), contorno occhi, siero, eyeliner. Durano dai sei mesi a un anno. Generalmente i prodotti in crema hanno una durata molto breve perché contengono acqua e antibatterici. Un fondotinta scaduto, per esempio, si nota quando inizia a produrre acqua o cambia consistenza e anche odore, mentre le creme prendono un colore giallognolo (le sostanze oleose contenute in formula si ossidano con l'aria) cambiano la loro texture (menù fluida, presenta grumi etc..) e anche odore. 

- Mascara. È il prodotto più amato dai batteri e si secca in tempi molto brevi. Per evitare congiuntivi o irritazioni di diversa natura è consigliabile cambiarlo ogni tre mesi. Altro suggerimento è quello di non prestare il mascara a nessuno per evitare di trasmettere germi e infezioni e per lo stesso motivo anche la matita occhi non va scambiata e se, ben tenuta, può durare anche due anni.   

- Pennelli e spugne. I pennelli andrebbero lavati almeno una volta ogni quindici giorni e cambiati una volta ogni due anni, mentre le spugnette hanno un ricambio molto più veloce pari a una volta al mese. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosmetici scaduti: ecco come riconoscerli

Today è in caricamento