Sos makeup: i 5 errori da evitare per una base viso perfetta

Come riconoscere (ed evitare!) 5 errori che quasi tutte commettono nel trucco base per il viso

Realizzare una base viso naturale, ma allo stesso tempo uniforme e perfetta, non è così semplice come sembra: infatti, tra regole da seguire, infinite possibilità di texture e colori e un'adeguata preparazione della pelle, è facile cadere in errore. Abbiamo quindi individuato i 5 errori più comuni che si possono commettere nella realizzazione della base viso, capaci di compromettere tutta la riuscita del makeup anche con un trucco occhi e labbra perfetto.

  1. Non applicare la crema viso prima del trucco

Il primo passo per realizzare una base viso impeccabile è preparare la pelle del viso, che deve essere pulita e detersa, ma, soprattutto, ben idratata. Inoltre, indipendentemente dal proprio tipo di pelle, è bene sempre scegliere una crema idratante ma leggera, che non contenga troppe sostanze grasse che, con il passare delle ore, potrebbero riaffiorare, andando a rovinare l'effetto camouflage di correttore e fondotinta.

  1. Applicare un fondotinta troppo scuro o troppo chiaro rispetto alla propria pelle

Per una riuscita impeccabile della base viso, è molto importante anche valutare bene la tonalità del fondotinta: per capire se quello che hai scelto è della tonalità giusta rispetto alla pelle del tuo viso, applica una piccola quantità di prodotto tra la mascella e il collo. Evita assolutamente un fondotinta troppo aranciato o scuro, perché l’effetto sarebbe troppo artificiale, mentre se hai scelto un fondotinta troppo chiaro, puoi rimediare applicando un bronzer su tutto il viso per scaldare l’incarnato e scurirlo leggermente.
Per quanto riguarda l’applicazione, invece, se desideri realizzare una base viso veloce opta per un fondotinta dalla texture compatta: l’applicazione con una spugnetta consente di non sporcarsi le mani e di bilanciare meglio la quantità di fondotinta. Inoltre, è perfetto da portare con sé per ritocchi veloci o per opacizzare le zone lucide e rinfrescare la base viso in ogni momento.

  1. Scegliere una terra troppo calda

Un errore che si tende a commettere quando si ricorre alla tecnica del contouring è quello di bilanciare i volumi del viso con una terra troppo calda, che dona un effetto decisamente poco naturale: per evidenziare gli zigomi, contornare l’ovale del volto o assottigliare il naso è bene quindi  utilizzare una terra fredda o, tutt’al più, neutra e poco calda. I bronzer, aranciati e caldi, invece, vanno utilizzati per scaldare l’incarnato, applicandone un velo su tutto il viso per un effetto omogeneo e naturale.
Una buona soluzione può essere quella di ricorrere ad un prodotto con più tonalità all’interno, da miscelare o usare singolarmente, capace di adattarsi a più incarnati, perfetto per realizzare un contouring impeccabile e utile in ogni periodo dell’anno, grazie alle diverse intensità che ne consentono l’utilizzo sia in estate che in inverno.

  1. Applicare i prodotti in crema dopo quelli in polvere

Nel mondo del makeup non c'è una regola fissa per creare la base viso perfetta: esistono, infatti, diverse scuole di pensiero riguardo all’ordine e ai passi fondamentali per ottenere un trucco impeccabile.
Ma se è vero che è possibile sperimentare e divertirsi a trovare l'ordine più adatto alle nostre esigenze e necessità, è anche vero che esiste una regola che andrebbe quasi sempre rispettata: si applicano prima i prodotti in crema e poi quelli in polvere.
Questo perché i prodotti in crema vengono scaldati sul viso, fondendosi con l’incarnato, mentre quelli in polvere asciugano e fissano il prodotto: se si applicassero prima i prodotti in polvere, si otterrebbe un risultato poco omogeneo e a macchie, perché quelli in crema poi non scorrerebbe agevolmente sulla pelle, rendendo la base viso difficile da realizzare e sfumare correttamente.
In ogni caso, quando utilizzi un prodotto dalla texture cremosa, è sempre meglio tamponare prima la zona con un velo di cipria, per poi passare all’applicazione di terre, blush, bronzer e così via.

  1. Non lavare i pennelli dopo averli utilizzati

Indubbiamente, lavare i pennelli dopo ogni sessione di trucco non è né divertente né veloce, ma, in realtà, è una pratica fondamentale per un'ottima riuscita del makeup e, soprattutto, per una questione di igiene: i pennelli sporchi, infatti, sono un ricettacolo di germi e batteri, che favoriscono  la formazione di brufoli, punti neri ed altre problematiche della pelle. Inoltre, quando si applica il trucco con i pennelli, questo rimane aggrappato alle setole e si accumula nel tempo, in particolare se si utilizzano prodotti in crema: in questo modo, ogni volta che si riapplicherà il fondotinta con un pennello sporco, si trascineranno inevitabilmente sul viso anche i residui secchi delle precedenti applicazioni, che andranno ad intaccare la resa finale del trucco.
È bene quindi acquisire l'abitudine di pulire bene i pennelli per il trucco ogni volta che si utilizzano, specie quelli per la base viso, ricorrendo magari ad un detergente specifico, per una conservazione ottimale delle setole, e ad una spazzolina per pennelli, che rende la pulizia più agevole e veloce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

  • Raimondo Todaro: "Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era la mia ex moglie"

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento