rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Bellezza

I 6 hairstyles visti a Sanremo che domineranno la primavera-estate 2022

Dalle tinte platino ai ricci naturali, passando per i capelli lisci ma voluminosi, ecco gli hairstyles dei cantanti in gara al Festival di Sanremo che spopoleranno nel 2022

Riflettori puntati sulle prime serate del Festival di Sanremo, la kermesse musicale italiana più attesa dell’anno che, oltre a incoronare il meglio della musica tricolore, è ormai diventata una vera e propria passerella di look e trend che saranno fonte di ispirazione per i prossimi mesi.

Ecco quindi che i barbieri e style experts di Barberino’s, la catena di barbershop italiana che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia, hanno osservato gli artisti e hanno individuato gli hairstyles che si sono fatti notare sul palco dell’Ariston e che domineranno la primavera-estate 2022.

Colore protagonista come Achille Lauro, Dario Mangiaracina e Highsnob

Quello platino è un look ormai in voga da qualche anno e che sicuramente non passa inosservato. Che sia platino all-over o sotto forma di meches o riflessi, questo hairstyle attirerà sempre l’attenzione sul palco. Achille Lauro ha deciso di sfoggiarlo mantenendo le radici scure, schiarendo solo le lunghezze, mentre Highsnob ha optato per un Caesar Cut platinato (o taglio alla Cesare) caratterizzato dalla frangetta corta e orizzontale. Diverso, invece, l’approccio al colore di Dario Mangiaracina, de La Rappresentante di Lista, che si presenta sotto i riflettori con i ricci naturali tinti di rosa acceso.

Ricci naturali come Michele Bravi, Sangiovanni e Dargen D’Amico

I ricci saranno tra i protagonisti della primavera-estate 2022 e all’Ariston hanno due degni rappresentanti: Michele Bravi, che ha optato per una pettinatura dall’effetto bagnato, e Sangiovanni, che invece ha preferito uno styling al naturale. Anche Dargen D’Amico valorizza i suoi ricci, questa volta accorciando i lati per lasciare la parte superiore del ciuffo più lunga, dando più movimento e forma allo styling.

Buzz Cut come Mahmood

Anche quest’anno Mahmood non abbandona il suo Buzz Cut, ormai assoluta tendenza tra i look maschili: un taglio preciso e rigoroso realizzato a macchinetta, sia sui lati (sfumati) che sopra, e molto comodo da portare, perché richiede poca manutenzione. Questa volta, però, l’artista sembra essersi ispirato anche un Caesar Cut con la micro-frangia orizzontale, perfetta per la sua forma del viso, ovale e con la fronte larga.

Volume al centro per Blanco e Aka7even

Il taglio corto ai lati e corposo al centro è un look che non passa mai di moda, soprattutto tra i giovani. Aka7even lo propone con i lati rasati a pelle e i ricci compatti e voluminosi in cima alla testa, tenuti a bada da un prodotto disciplinante con effetto naturale. Blanco, invece, lascia i lati leggermente più lunghi, ma l’effetto è lo stesso: il volume si concentra al centro della testa, valorizzando il viso e addolcendo i lineamenti squadrati.

Brow flow (e men-icure) per Damiano dei Måneskin

Dopo il mullet sfoggiato negli scorsi mesi, Damiano si presenta sul palco dell’Ariston con un Bro Flow, un look che prende il nome dall’effetto a onde dato ai capelli, che, dopo il lavaggio, vengono pettinati all’indietro e lasciati asciugare naturalmente. Sotto i riflettori, inoltre, il frontman dei Måneskin non rinuncia alla men-incure, la manicure al maschile che si riconferma un grande trend anche nel 2022 e che il cantante propone in versione dark. 

Liscio, ma con volume, per Rkomi e Francesco Sarcina

Capelli lunghi in stile “surfista” per Rkomi e Francesco Sarcina, per un look che gioca sulle lunghezze ed è perfetto per i visi ovali e quadrati. I lati risultano leggermente più corti rispetto alla sommità e al retro della testa, lo styling viene realizzato con un prodotto modellante che crea un fissaggio leggero e lascia libero sfogo alla creatività. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 6 hairstyles visti a Sanremo che domineranno la primavera-estate 2022

Today è in caricamento