Martedì, 2 Marzo 2021

Sport in gravidanza: nasce Nike (M), la collezione pensata per la maternità

Per venire incontro alle donne in gravidanza che non vogliono rinunciare alla sana abitudine di allenarsi, Nike, leader mondiale nella produzione di calzature, abbigliamento e accessori sportivi, ha lanciato il 17 settembre la collezione Nike (M) dedicata alle future mamme

Foto d'archivio

La maternità è senza dubbio un’esperienza unica e speciale per tutte le donne, ma che comporta delle ripercussioni, lievi o meno lievi, su ogni corpo. Mantenersi in forma e seguire un'alimentazione corretta è fondamentale, ma fare attività fisica durante la gravidanza è possibile? La risposta è più che affermativa. Con allenamenti mirati, con la dovuta attenzione e senza stressare troppo l’organismo, infatti, praticare sport fa solo che bene sia alle future mamme che al piccolo. Inoltre, la ginnastica può essere praticata in qualsiasi periodo della gravidanza, ovviamente ad eccezione dei momenti in cui lo stato fisico non lo consente. Ricordiamo che in gravidanza non si è in grado di mantenere alti livelli di attività aerobica. Risulta, quindi, fondamentale controllare la frequenza cardiaca mantenendola circa del 25-30% più bassa rispetto ai valori ottimali del fitness aerobico. 

I benefici dell'attività motoria durante la gravidanza

Come si legge su My Personal Trainer, tra i benefici di praticare attività fisica in gravidanza ricordiamo che fare ginnastica aiuta a migliorare la muscolatura, inclusa quella del pavimento pelvico, e la flessibilità muscolare. Aiuta a prevenire il sovrappeso; incrementa il flusso di sangue alla placenta ossigenando efficacemente il feto. Aiuta ad ottimizzare il tono dell'umore della madre, prevenendo sintomi ansiosi e depressivi, e probabilmente riducendo le possibilità di depressione post partum. Inoltre, favorisce il sonno.

Come combattere stress e tensioni con l'attività fisica

Ancora più evidenti sono poi gli allenamenti mirati in acqua, in quanto:

  • assistiamo alla riduzione dell'effetto di gravità sulla cattiva circolazione delle gambe, spesso infatti le gambe gonfie sono un problema diffuso in gravidanza;

  • vi sarà una riduzione dell'effetto di gravità sulla schiena, sulle anche, sulle ginocchia e sulle caviglie; ricordiamo che la lombalgia è un disagio tipico della gestazione.

Tonificare, dimagrire e divertirsi in acqua: ecco i benefici dell'Acquafitness

Nasce Nike (M) per le future mamme

Per venire incontro alle donne in gravidanza che non vogliono rinunciare a questa sana e buona abitudine, Nike, leader mondiale nella produzione di calzature, abbigliamento e accessori sportivi, ha lanciato il 17 settembre la collezione Nike (M), la prima linea dedicata alla maternità.

Come si legge su Gazzetta.it, Nike (M) nasce dalla combinazione di dati sulla gravidanza e di analisi effettuate su oltre 150mila scansioni comparative tra donne non incinte e donne in stato di gravidanza. Durante l’intero processo di progettazione, i designer hanno anche raccolto da quasi 30 atlete incinte o in fase post-parto feedback dettagliati sulla vestibilità, sulla percezione e sulla funzionalità dei loro prodotti con riscontri positivi.

Composta da quattro capi (un pullover, un reggiseno Swoosh, una canotta Tank e i leggings Tight realizzati con la filosofia del design universale) la collezione Nike (M) nasce per agevolare le mamme a svolgere attività fisica in comodità in un contesto di cambiamento del loro rapporto con il corpo e con lo sport.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport in gravidanza: nasce Nike (M), la collezione pensata per la maternità

Today è in caricamento